Luglio 17, 2024

Quasi 190 chilometri di prove speciali per tre giorni di intense emozioni. La “Rocca di Cave – Subiaco” si conferma la prova più lunga sia del FIA European Rally Championship che del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco. La Coppa Rally di 8^ Zona si disputerà sulle stesse prove.

Roma, 10 luglio 2024 – Mancano solo due settimane al Rally di Roma Capitale, quinto round del FIA European Rally Championship, del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco e valido anche per la Coppa Rally di 8^ Zona. L’evento ideato dall’ex campione del mondo Max Rendina e realizzato da Motorsport Italia è pronto a regalare ancora emozioni con un percorso che metterà a dura prova uomini e mezzi unendo tradizione ed innovazione.

Anche quest’anno lo staff tecnico di Motorsport Italia ha disegnato un itinerario di grande spessore sportivo. Grazie all’esperienza di Emanuele Inglesi, già copilota di Max Rendina, il Rally di Roma Capitale 2024 potrà contare su 13 prove speciali molto tecniche tra conferme e novità con il ritorno, per il secondo anno consecutivo, del tratto competitivo più lungo di entrambi i campionati, sia quello continentale che quello italiano.

L’evento prenderà il via venerdì 26 luglio con prove libere, qualifiche e shakedown a Fumone, prima di spostarsi al centro di Roma per la consueta parata per le vie del centro e la suggestiva partenza da Colle Oppio, davanti al Colosseo, prevista alle 20:00 con la SSS1 “Colosseo ACI Roma”, la speciale spettacolo le cui immagini hanno già fatto il giro del mondo diventando non solo un simbolo dell’evento ma dell’intero campionato. Realizzata grazie alla collaborazione dell’Assessorato Grandi Eventi, Turismo e Moda di Roma Capitale e all’impegno dell’Assessore Alessandro Onorato, la spettacolo al Colosseo insieme alla pedana di partenza allestita proprio ad un passo dallo start rappresenteranno l’evento nell’evento, la serata imperdibile. Un momento unico per equipaggi e spettatori che scalderà i cuori di una notte d’estate ad un passo dal monumento più famoso della Città Eterna.

Dopo questo prologo l’azione si sposterà nell’entroterra, con le due giornate di sabato 27 e domenica 28 nella zona di Fiuggi e del Frusinate. La prima giornata, venerdì, vedrà sei prove speciali, tre da ripetersi per due volte. “Alatri” sarà la stessa del 2023 con la famosa virtual chicane in discesa che lo scorso anno fu la prima al mondo ad essere mai impiegata in una competizione rallystica. “Santopadre-Fontana Liri” tornerà alla sua conformazione 2022 con ben 28,74 chilometri di sviluppo e il suggestivo passaggio a Santopadre. Chiuderà il giro la “Guarcino-Altipiani” di quasi 12 chilometri, con un’inedita tyre warming zone appena prima della partenza, dove i concorrenti scalderanno le gomme offrendo spettacolo agli spettatori.

La seconda frazione includerà altre sei speciali, sempre tre da ripetere per due volte. “Fiuggi” aprirà la giornata. Utilizzata come Power Stage nelle ultime edizioni quest’anno sarà invece una prova tradizionale. L’attesa è tutta per la “Rocca di Cave-Subiaco”, 32,30 chilometri di passione per quella che sarà la prova più lunga della stagione rallystica europea ed italiana 2024. Novità la nuova Power Stage, con il ritorno della “Monastero-Jenne”, speciale che venne usata dal Rally di Roma Capitale negli anni scorsi. Questa prova si caratterizza per il passaggio nelle famose gallerie che offriranno senza dubbio un grande spettacolo in diretta tv mondiale. L’arrivo, a Fiuggi, sarà a partire dalle 17:15.

In gara al Rally di Roma Capitale anche la Coppa Rally di Zona 8 con Coefficiente 2. Motorsport Italia ha lavorato con grande impegno per garantire alla CRZ un appuntamento che a parità di coefficiente costi meno di una gara con lo stesso coefficiente. In aggiunta a questo, il percorso sarà di 70 chilometri cronometrati, permettendo un ulteriore risparmio ai concorrenti pur garantendo l’utilizzo delle stesse speciali utilizzate da FIA ERC e CIAR. Le tappe saranno solo due, sabato 27 e domenica 28, con tre prove per ogni giornata. La CRZ affronterà il secondo giro sulle speciali, utilizzando una versione accorciata di “Santopadre-Fontana Liri” al sabato e della “Rocca di Cave-Subiaco” alla domenica. Questo percorso permetterà quindi di ambire al doppio dei punti normalmente assegnati per questo tipo di lunghezza cronometrata, senza perdere in tecnicità e fascino. L’arrivo dei piloti iscritti al CRZ sarà sempre domenica 28 a Fiuggi, sulla pedana principale, a seguito della gara valida per il Campionato Europeo ed Italiano.

Rally di Roma Capitale | Press Office
Matteo Bellamoli
Tel. +39 3491505088
Mail. press@rallydiromacapitale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *