Il podio completo nella gara “nazionale” di contorno al tricolore ha ribadito l’affidabilità del prodotto, sempre più apprezzato dai piloti privati.
Importanti anche le indicazioni tecniche scaturite da una gara che ha presentato condizioni di asfalto ed anche meteo molto particolari.
Soddisfazioni “rosa” con Giulia De Toni passata in testa alla classifica di Campionato femminile.

ERTS Hankook Competition, impegnata lo scorso fine settimana al 62° Rallye Sanremo, secondo atto del Campionato Italiano Rally, ha conquistato il podio completo nella parte della gara “nazionale”, il “Sanremo Leggenda”, riservata al TNR.

Il successo assoluto è andato, con un bis, a Franco Borgogno, al via con una Peugeot 207 S2000, affiancato dal toscano Riterini. I bravi fratelli Francesco e Marco Rocchieri, pur indisposti fisicamente entrambi, con la loro Subaru Impreza STi. sono saliti al secondo posto e la Renault Clio Williams di Furio Calvetti- Giulia Conti al terzo.Le soddisfazioni sono poi proseguite anche con l’equipaggio femminile di Federica Lio e Serena Giuliano con una piccola Fiat Seicento, prime in categoria femminile contro vetture più performanti e recenti della loro.

Nella parte del “tricolore”, molti dei riflettori erano puntati su Nicola Caldani (Ford Fiesta R5), che dopo essersi insediato al secondo posto in classifica provvisoria alla prima uscita del Ciocco non è riuscito a dare continuità di risultati per problemi ai freni ed una fatale uscita di strada durante la sesta prova speciale. Caldani è ora quinto nella classifica provvisoria di Campionato.

Stefano Baccega (Ford Fiesta R5), ha proseguito al meglio l’esperienza sulla vettura finendo sesto assoluto davanti a Gabriele Ciavarella (Ford Fiesta R5), settimo. Andrea Vineis ha terminato settimo di classe R2B e Giulia De Toni, finita seconda nella classifica femminile, ha preso il comando della classifica di Campionato.

Max Giannini e Jacopo Trevisani (entrambi su Peugeot 208 R2) hanno alzato bandiera bianca, il primo per una foratura  durante la sesta prova, l’altro sulla nona per le conseguenze di una “toccata” nella precedente.
Le sfide sul fronte degli pneumatici: il Rallye di Sanremo è stato una campagna strategica sotto l’aspetto degli pneumatici, con il clima decisamente caldo per quanto alla mattina ed alla sera le temperature a terra erano basse, anche in modo deciso. Non è stato facile perciò adottare la strategia giusta, rendendo la strategia e il comportamento degli pneumatici difficili da prevedere soprattutto in avvio di gara, ciò anche in considerazione del fondo particolarmente scivoloso. Nel prosieguo del rally, sino alla bandiera a scacchi, gli pneumatici Hankook si sono comunque rivelati particolarmente efficaci per il raggiungimento dei risultati cronometrici auspicati da ogni singolo driver.

DE TONI-SANREMO

FOTO Actualfoto-Race&motion

UFFICIO STAMPA
c/o MGTCOMUNICAZIONE