Aprile 16, 2024

Qualche errore unito a problemi di natura tecnica rallentano il passo dei portacolori della scuderia di Maser ed il solo Baldotto festeggia il gradino più alto del podio in N2.

Maser (TV), 21 Giugno 2022 – Un Rally della Marca che si è dimostrato abbastanza avaro con Xmotors Team e con i suoi portacolori che si sono rivelati essere bersaglio della dea bendata.

Un errore al via della prima frazione di gara, quella del Venerdì, vedeva precipitare al trentaduesimo posto assoluto Fabio Sandel, affiancato da Sandra Tommasini su una Skoda Fabia R5 di Motor Team, bravo a mettere in atto un’importante rimonta che gli consentiva di risalire fino al tredicesimo nella generale, dodicesimo di classe R5 – Rally 2 e di gruppo RC2N.

Peggio andava a Daniele Zamberlan, assieme ad Enrico Nicoletti su una vettura gemella, pesantemente rallentato sulla seconda “San Lorenzo” dal cedimento del differenziale.

Grazie al prodigioso intervento dello staff di Motor Team la Skoda Fabia R5 veniva messa in condizioni di proseguire al Sabato, senza pagare alcuna penalità, ed il pilota della scuderia di Maser sfruttava i chilometri rimanenti per prendere confidenza con la vettura, segnando tempi sicuramente alti rispetto al ritmo dei migliori ma che hanno reso positiva l’esperienza.

Per lui un diciottesimo di classe R5 – Rally 2 e di gruppo RC2N, diciannovesimo assoluto ma soprattutto quarto in una Michelin Rally Cup che lo vede raccogliere qui i primi punti utili.

Il più sfortunato al via del terzo atto del Campionato Italiano Rally Asfalto, valevole anche per la Coppa Rally ACI Sport di terza zona a coefficiente 1,5, è stato Enrico Bernardi, al debutto di fronte al pubblico amico, con Fabio Lazzarotto, su una Peugeot 208 R2 di MS Munaretto.

Un problema di natura tecnica, la vettura restava al minimo anche accelerando, obbligava il pilota di casa ad alzare bandiera bianca, già nel trasferimento verso la prima prova speciale.

Obiettivo centrato invece per Marco Barzan, settimo di classe Rally 4 e decimo nella generale di gruppo RC4N, soddisfatto per aver rotto il ghiaccio nel miglior modo possibile sulla Peugeot 208 R2 di Baldon Rally, divertendosi e meditando, già ora, un possibile esordio sullo sterrato.

Partenza a razzo per Paolo Dalla Libera, con Alberto Marcon su una Peugeot 106 Rallye di gruppo A, al comando della classe A6 dopo i due passaggi sulla speciale “San Lorenzo”.

Un inizio di Sabato consistente lo vedeva viaggiare al secondo tra le millesei preparate, al quinto di gruppo RC4N ed al trentesimo assoluto, prima di incappare in uno sgambetto della sorte che, attraverso il cedimento dell’idroguida, lo metteva in difficoltà sulla “Monte Tomba”.

Il penultimo impegno di giornata si rivelava fatale per il portabandiera della compagine di casa, costretto al ritiro per un impatto contro un rail nel vano tentativo di arrivare sino al traguardo.

L’unico a saltare di gioia, al termine della due giorni a Conegliano, è Diego Baldotto.

Il pilota di Valdobbiadene, in coppia con Gino Tessari su una Peugeot 106 di gruppo N, ha realizzato un sogno nel cassetto, vincendo la classe N2 nella sua gara di casa, buon tredicesimo nella generale di RC5N, alla prima apparizione assoluta nel mondo dei rally.

“Dal punto di vista della scuderia non siamo stati molto fortunati” – racconta Francesco Stefan (presidente Xmotors Team) – “perchè i nostri portacolori sono stati spesso rallentati da problemi di varia natura, tra errori di guida e qualche noia tecnica. Siamo contenti per Baldotto perchè vincere la gara di casa, all’esordio assoluto nei rally, è un momento davvero speciale.”

xmotorsteam_2022_06_21_baldotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *