Maggio 27, 2024

Arriva il terzo round per il tricolore sterrato nel tradizionale appuntamento del Piccolo Stato. Sabato 9 luglio si festeggeranno le cinquanta edizioni sammarinesi con 73 km cronometrati in 9 prove speciali. 82 equipaggi al via con il terzo round del CIAR Junior, il quarto del CIRT Storico ed il secondo della Coppa Rally di 5^Zona.

Serravalle (RSM), mercoledì 6 luglio 2022 – Arriva la fase calda del Campionato Italiano Rally Terra 2022 con il San Marino Rally. Il terzo atto dei sei nel tricolore ACI Sport cade nel pieno della bella stagione, in programma per venerdì 8 e sabato 9 luglio, in coincidenza del cinquantesimo anniversario per la gara organizzata dalla Federazione Auto Motoristica Sammarinese. Motivo in più per attendere un fine settimana di grandi emozioni. Tante, 82 in totale le adesioni da parte degli equipaggi, non solo tra gli specialisti della polvere considerata la validità per il CIRT affiancata da quella per il terzo round del Campionato Italiano Assoluto Rally Junior, per il secondo Coppa Rally di 5^ Zona ACI Sport nonché dalle intramontabili leggende del Campionato Italiano Rally Terra Storico, giunto al quarto e penultimo episodio.

Il centro della manifestazione sarà nuovamente il Multieventi Sport Domus, la casa dello sport a San Marino che accoglierà il quartier generale e l’assistenza. Venerdì giornata interlocutoria che inizierà con lo shakedown in mattinata, dalle ore 11.00 in zona Domagnano, località Piandavello, per concludersi con i festeggiamenti “Rally Celebration” delle 50 edizioni nella serata d’apertura che introdurrà la partenza, sulle mura di San Marino, dalle ore 21.30. Poi le 9 prove speciali in programma verranno affrontate tutte nella giornata di sabato: tre passaggi sulla breve “Terra di San Marino” che aprirà e chiuderà il rally (5 km – PS1 ore 7:43, PS4 10:38, PS9 18:32), intervallata dai tre giri sulla “Macerata Feltria” (7,47 km – PS2 ore 8:38, PS5 13:23, PS7 16:32) e sul nuovo tratto “Belforte all’Isauro” (12,01 km – PS3 ore 9:14, PS6 13:59, PS8 ore 17:08). Il gran finale con la cerimonia di premiazione nel Centro Storico di San Marino è previsto a partire dalle ore 19.00.

CROCEVIA TRICOLORE | Tra le 69 vetture moderne, 27 della massima categoria Rally2, a fare la voce grossa saranno i migliori equipaggi del CIR Terra tutti presenti per questo 50° San Marino Rally per una sfida che potrebbe iniziare a spostare gli equilibri della serie. In testa al gruppo compare, con naturalezza, il nome dei campioni in carica Paolo Andreucci e Rudy Briani sulla Skoda Fabia Rally 2 gestita da H-Sport, gommata MRF Tyres. Forti dei due successi nei primi due round di campionato, i capoclassifica a punteggio pieno, portacolori di M33, vanno in cerca del tris dove il garfagnino ha vinto ben 5 volte, ma l’ultima nel 2015. Saranno costretti agli straordinari tutti gli avversari con ambizioni da vertice, che dovranno provare a riequilibrare le sorti del campionato con una vittoria assoluta. La seconda voce del tricolore al momento è quella di Giacomo Costenaro e Justin Bardini. Il vicentino della Hawk Racing Club è stato il più costante in questo avvio con due terzi posti consecutivi che gli hanno portato 20 punti, ma ora la sua Skoda Fabia della MS Munaretto, calzata Pirelli, dovrà accelerare per provare ad insidiare quella di Andreucci. Su una quattro ruote motrici boema di Munaretto, Preparatore leader della speciale classifica, anche la terza forza del CIRT Enrico Oldrati affiancato da Elia De Guio. Il bergamasco è riuscito ad alzare il ritmo al secondo round nel Rally Adriatico, durante il quale ha conteso il primo posto ad al leader, ora distante 13 punti nella classifica generale. Di ritorno a San Marino, dove chiuse terzo del Terra un anno fa, Oldrati potrà tentare il colpaccio e rafforzare così anche la sua leadership nella classifica della 5^ Zona della CRZ, al secondo dei quattro appuntamenti nel territorio che comprende Emilia Romagna, Marche, Umbria e San Marino. Per la Coppa Rally di Zona infatti non potranno acquisire punti né i piloti stranieri né i piloti appartenenti al 1° Elenco Prioritari, come Andreucci.

FUORIQUOTA MONDIALE | Fuori dalla corsa per il tricolore, poiché non iscritto, ma molto quotato per lo scontro al vertice ci sarà il pilota del Mondiale Rally Nikolay Gryazin con Konstantin Aleksadrov su altra Skoda. Nonostante l’impegno nel WRC2 il portabandiera della Movisport sembra averci preso gusto a correre sulle strade italiane, dove ha vinto prima su quelle bianche del Rally Italia Sardegna per la serie iridata, poi ha replicato sugli asfalti del Rally di Alba all’interno del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco. Ora Gryazin si confronterà di nuovo con i piloti del Terra come già accaduto, qualche anno fa, in uno sfortunato Adriatico.

TERRA DI CASA | Molti gli equipaggi che potranno ricavarsi un ruolo da primi attori, su tutti chi correrà in casa come i sammarinesi del campionato. Jader Vagnini è partito molto bene in questo suo rientro nell’Italiano e insieme ad Elisabetta Franchina sarà tra gli osservati speciali sulla Fabia di Pro Line con il biancazzurro della Scuderia San Marino. Altra Skoda, gestita da Erreffe Rally Team, per l’altro sammarinese Daniele Ceccoli con Piercarlo Capolongo alle note, l’ultimo pilota di casa a vincere il San Marino Rally nell’edizione 2018, che sembra ora aver ritrovato il passo gara in queste prime due apparizioni stagionali al rientro nel CIRT dopo un periodo d’inattività.

Ma la lista di piloti ambiziosi in classe Rally2 si allunga con molti pretendenti alle posizioni che possono portare punti in un Campionato Italiano Rally Terra che parla tanti dialetti diversi, con partecipazioni da ogni angolo del Paese. Potenzialità da podio le hanno già messe in mostra equipaggi tricolori come quello formato dal versiliese Emanuele Dati e Giacomo Ciucci, su altra Skoda con il supporto della scuderia Movisport, che hanno lottato per il vertice e segnato tempi interessanti anche all’Adriatico. Rendimento inverso invece per Jacopo Trevisani, quinto in campionato, alla prima stagionale in coppia con Elia Ungaro, sempre su Skoda di GF Racing gommata MRF Tyres. Il bresciano dovrà ritrovare la brillantezza del primo round pur partendo nel gruppo dei primi, appena dietro ai prioritari. Prende continuità anche il biellese Massimiliano Tonso con Danilo Fappani a dettare le note sulla Fabia. Tantissime le Rally2 di marca ceca nel CIRT come quella dei veneti di Hawk Racing Club, i trevigiani Mattia Codato con Christian Dinale, Andrea Sandrin con Manuel Menegon ed il vicentino Simone Romagna con Cristina Caldart. Deve invertire la rotta dopo un primo scorcio di campionato più sofferto del previsto sulla nuova Hyundai i20 Rally2 l’aretino Massimo Squarcialupi con il fratello Giovanni sul sedile di destra.

Sempre presenti i driver sardi nel tricolore che stanno trovando il feeling con gli sterrati “del continente”, entrambi su Skoda Fabia, da Tempio Pausania Ivan Pisciottu con Gian Franco Tali, da Arzachena Nicola Tali con Marco Mirabella. San Marino sarà l’occasione per il debutto nel CIRT del pescarese Lucio Petrocco, pilota d’esperienza spesso presente sulle strade biancazzurre negli ultimi anni, stavolta navigato da Raffaele Panichella sulla Skoda.

POLVEROSI DI CLASSE | Ben frequentate dagli equipaggi del Campionato Italiano Rally Terra le diverse classi, sia a quattro che a due ruote motrici. In N5 dovrà confermarsi dopo l’ultimo successo il trentino Riccardo Rigo con la navigatrice sammarinese Daiana Darderi su Citroen DS3. Tre presenze del tricolore invece saranno impegnate nella sfida per la Coppa ACI Sport N 4RM sulle potenti Mitsubishi Lancer Evo IX, sempre spettacolari nonostante gli anni, con il riminese Filippo Baldinini navigato dal sammarinese Mirco Gabrielli, supportato dalla Scuderia Malatesta, al top in classe R4; sulla giapponese in versione N4 il pilota cremonese Stefano Fanti con Riccardo Dabbrescia alla terza presenza stagionale, come il giovane figlio d’arte Aronne Travaglia, trentino portacolori di Pintarally Motorsport di recente trapiantato in Giappone, alla prima in campionato sulla Mitsu con Lorenzo Lamanda. I due dell’Italiano dovranno scontrarsi con “Mattonen” e Giulia Taglienti, attuali capofila di categoria. Proverà ancora a distinguersi in classe R3 l’altro riminese del Terra Andrea Bucci con Roberto Selva a dettare le note sulla Renault Clio Sport.

Affollata di Peugeot 208 la classe Rally4. Fin qui ha dominato tra le due ruote motrici il padovano Nicolò Marchioro navigato Marco Marchetti, rappresentanti della New Loran, a punteggio pieno dopo i primi due round. Avranno una nuova chance per avvicinarsi i tanti rivali, più giovani come l’aretino Davide Bartolini con Chiara Lombardi e il pistoiese Simone “Barone Jr.” Baroncelli con Sofia D’Ambrosio sulle 208 gestite da GF Racing, più esperti come il senese Alberto Brancadori affiancato da Marco Piazzini sulla due ruote motrici francese di PR2 Sport. Completa il gruppo delle Rally 4 la Peugeot della ragazza padovana Laura Callegaro, in testa al Femminile e pronta per un altro debutto sterrato sempre navigata da Simone Brachi.

TERZO ATTO JUNIOR, ANCORA STERRATO | Insieme al Campionato Italiano Rally Terra riparte anche il Campionato Italiano Assoluto Rally Junior con 9 equipaggi di ACI Team Italia impegnati nel terzo round stagionale. La serie giovanile porterà quindi gli Under 28, tutti sulle stesse Renault Clio Rally 5 gestite da Motorsport Italia e gommate Pirelli, al secondo confronto consecutivo sulle strade bianche dopo il Rally Adriatico, che ha seguito l’apertura sugli asfalti del Rallye Sanremo. Due rally con due vincitori diversi stanno offrendo una situazione di classifica ancora tutta da definire, con Alessandro Casella e Rosario Siragusano sempre protagonisti e quindi in vantaggio su tutti a quota 39 punti. Pesa a favore del messinese il successo in Liguria rafforzato dal secondo posto ad Urbino che gli offrono un buon bagaglio di partenza per impostare le altre quattro gare di campionato, già da San Marino. In seconda posizione a 10 punti di distacco, molto costante e sempre a podio il trevigiano Mattia Zanin con Fabio Pizzol alla destra, che ha ottenuto un secondo ed un terzo posto, pronto per andare a caccia della sua prima vittoria stagionale. Tra i più veloci di questa prima parentesi di stagione ci sono Davide Nicelli con Tiziano Pieri, terzi a 26 punti. Il pavese ha riscattato l’uscita di strada del Sanremo con il successo sugli sterrati dell’Adriatico, che insieme alle due affermazioni nelle rispettive Power Stage offrono un presupposto importante per prevedere il suo nome tra i protagonisti anche all’ombra del Titano. Continuità, la parola chiave per il padovano Edoardo De Antoni, due volte quarto con Martina Musiari alle note. Lineare anche l’andamento per il casaranese Guglielmo De Nuzzo navigato da Fabio Grimaldi, che dovrà provare ad aumentare il ritmo per rimanere agganciato al gruppo di testa del tricolore. Vuole cancellare l’amarezza dell’Adriatico il torinese Matteo Ceriali navigato da Luca Ferraris, reduce da un’uscita di strada che ha ridimensionato l’ottimo podio sanremese. Dovrà rapidamente invertire la rotta anche l’altro torinese del tricolore Junior Davide Porta, insieme ad Andrea Segir per ripartire dopo il ritiro per uscita di strada nel finale in terra marchigiana. La formazione del CIAR Junior si completa con altri due piloti pugliesi. Confermata infatti la presenza della ragazza più giovane del gruppo, classe 2002 da Casarano, Sara Carra navigata per la prima volta in campionato da Lorenzo Mezzina, quindi il foggiano Fabio Solitro insieme a Rosario Navarra.

TERZO ATTO STORICO | Nel fine settimana al fianco della gara moderna si svolgerà anche il 7° Historic San Marino, il penultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra Storico. La serie dedicata alle intramontabili auto storiche e i migliori interpreti della specialità sul fondo bianco suscita sempre particolare affetto negli appassionati, e non, che potranno apprezzare il loro passaggio in prova speciale in questo quarto episodio della serie. Saranno 13 equipaggi allo start che si contenderanno le classifiche ed i punti per il tricolore Due Ruote Motrici e Quattro Ruote Motrici. In testa alla flotta delle storiche i leader “Lucky” e Fabrizia Pons sulla Lancia Delta 16v, che oltre a rinnovare il confronto con Fabrizio Bacci, su Ford Sierra Cosworth insieme a Sauro Farnocchia, e con Stefano Pellegrini nella gara di casa navigato Giovanna Francini su altra Delta, dovrà difendersi dalle altre due Lancia di Marco Bianchini, al rientro tricolore con Giulia Paganoni e di Stefano Camporesi, con Giancarlo Rossini, anche lui alla prima presenza in campionato. Sarà sicuramente una corsa interessante anche per il 2RM, dove il reggiano leader di classifica Andrea Tonelli con Roberto Debbi sulla Ford Escort sarà chiamato a respingere l’attacco del padrone di casa e detentore del titolo Bruno Pelliccioni, stavolta navigato da Samanta Grossi sulla “rossa” gemella del III Raggruppamento, già vincitore al rientro nello Storico del Medio Adriatico. Sotto osservazione anche la prova del fiorentino Filippo Grifoni con Paolo Materozzi e del sammarinese Corrado Costa con Domenico Mularoni, entrambi su Opel Corsa del IV Raggruppamento.

CALENDARIO CAMPIONATO ITALIANO RALLY TERRA 2022: 19-20 marzo | XIII Rally della Val d’Orcia; 14-15 maggio | 29° Rally Adriatico (valido CIAR Junior); 8-9 luglio | 50° San Marino Rally (valido CIAR Junior); 16-17 settembre | Rally dei Nuraghi e del Vermentino; 14-15 ottobre | Rally delle Marche; 11-12 novembre | 13^ Liburna Terra (coeff. 1,5);

CLASSIFICA CIRT: 1. Andreucci-Briani (Skoda Fabia Evo) 30pt; 2. Costenaro-Bardini (Skoda) 20pt; 3. Oldrati-De Guio (Skoda) 17pt; 4. Battistolli-Scattolin (Skoda Fabia Rally2) 12pt; 5. Vagnini-Franchina (Skoda) 11pt; 6. Trevisani-Marchesini (Skoda) 9pt; 7. Dati-Ciucci (Skoda), Tonso-Fappani (Skoda) 8pt; 8. Dettori-Pisano (Skoda) 6pt; 9. Ceccoli-Capolongo (Skoda) 5pt; 10. Sandrin-Franco 2pt; 11. Manfrinato-Zanella (Skoda) 1pt

CLASSIFICA CIAR JUNIOR: 1. Casella 39pt; 2. Zanin 29pt; 3. Nicelli 26pt; 4. De Antoni 20pt; 5. De Nuzzo 14pt; 6. Ceriali-Gianaroli 12pt; 7. Carra 6pt; 8. Solitro 4pt;

COPPA RALLY 5^ZONA ASSOLUTA: 1. Oldrati 10pt; 2. Costenaro 8pt; 3. Dati 6pt; 4. Dalmazzini 5pt; 5. Dettori 4pt; 6. Trevisani 3pt; 7. Miele 2pt; 8. Sandrin 1pt

CLASSIFICHE CIRT STORICO: 4RM | 1. “Lucky” 24pt; 2. Bacci 22pt; 3. Pellegrini 11pt – 2RM: 1. Tonelli 52pt; 2. Ormezzano 46pt; 3. Grifoni 38pt; 4. Costa 37pt; 5. Landini 32pt: 6. Pelliccioni 22pt

CALENDARIO CIRTS 2022: Rally Storico Valle del Tevere, 27 Febbraio | IV Rally Storico Val D’Orcia, 19 Marzo | 4° Rally Storico del Medio Adriatico, 14-15 Maggio | 7° Historic Rally di San Marino, 8-9 luglio | 2° Rally del Brunello Storico

#CIRT #acisport #ACI #SanMarinoRally #CIRTStorico #CIARJunior #ACIteamItalia #CRZ #polverosi

Foto, video, documenti di gara e news sul sito www.acisport.it/CIRT

Facebook, Twitter, Instagram – @CIRallyTerra

YOUTUBE – ACI SPORT TV


Daniele De Bonis
Addetto Stampa | Redazione centrale

ACI Sport S.p.a. a socio unico
via Solferino,32 – 00185
Roma, ITALY
t: +39 06 44341291
m: +39 339 7573991
e: debonis@acisportspa.it

www.acisport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *