Category: Rally (page 1 of 907)

Un traguardo al rally di Sanremo per Alessio Profeta e Sergio Raccuia

Alessio Profeta “Con la prima uscita a bordo della Skoda Fabia R5 Evo 2 del Team PrOli abbiamo trovato in traguardo e non è stato semplice, guardiamo avanti.”

Si è concluso con un traguardo il Rally di Sanremo, secondo appuntamento stagionale del campionato italiano rally Sparco, per Alessio Profeta e Sergio Raccuia. La gara corsa in Liguria è stata caratterizzata dal clima impervio, che anche in questa edizione ha caratterizzato la riuscita. Per l’equipaggio di Aci Team Italia, portacolori della scuderia Island Motorsport, si è trattato di una gara altalenante.

“Siamo riusciti a portare all’arrivo la nostra Skoda Fabia R5 Evo – ha commentato con un sorriso amaro il pilota della selezione di Aci Team Italia Alessio Profeta-. La nostra prima gara a bordo della nuova Skoda Fabia R5 Evo del Team PrOli, è stata più complessa del previsto. Il Rally di Sanremo, con il suo meteo imprevedibile, si è confermato un rally tutto da scoprire, anche quest’anno. La scorsa stagione, il rally, dopo mille vicissitudini non si realizzò per il meteo e l’acqua che avevano devastato le strade interessate dalle prove. Quest’anno abbiamo ritrovato una forte pioggia, che ha reso le strade le strade molto scivolose. La vettura ha risposto in modo perfetto, siamo stati noi a non riuscire da subito un ottimo passo. Una volta compromessa la gara, abbiamo preferito tirare i remi in barca per trovare il traguardo di giornata. Peccato, perché al Ciocco avevamo dimostrato di aver un ottimo passo, al pari dei primi. Adesso preferisco concentrarmi sul nostro prossimo appuntamento, che ci vedrà in Sicilia tra le prove di casa.

“Abbiamo conquistato il traguardo e non è stato semplice,- ha commentato il navigatore Sergio Raccuia-. Ancora una volta il Rally di Sanremo dimostra di essere una gara molto complessa da riuscire ad interpretare. Peccato perché al Ciocco ci eravamo messi subito in mostra con tempi di rilievo, ma una gara no ci può stare. Per la Targa, speriamo di ritrovare quelle condizioni climatiche familiari, con un fondo che conosciamo molto bene. Lo scorso anno abbiamo detto la nostra in patria, contiamo di far bene anche quest’anno.”


dott. Giuseppe Di Gesù

ANCHE A SANREMO SCALZOTTO PRIMO DEI NON IBRIDI

Grazie al provvidenziale intervento dello staff di Baldon Rally il pilota di Cornedo Vicentino si conferma il migliore delle vetture tradizionali, primo di classe RA5N.

Castelgomberto (VI), 13 Aprile 2021 – Altra prestazione da incorniciare per Andrea Scalzotto, questa volta con colpo di scena, in un Rally di Sanremo condizionato da un meteo altalenante.

Il pilota di Cornedo Vicentino, sempre al volante della Suzuki Swift 1.6 R1 seguita da Baldon Rally, ha concluso la due giorni sulla riviera ligure con una splendida vittoria di classe RA5N, centrata con il sorpasso ai danni di Pellè sull’ultima prova, quella di “Cesio – Carpasio”.

Un successo che si traduce nella conferma, dopo il Ciocco, della quarta posizione tra gli iscritti alla Suzuki Rally Cup ovvero la prima delle vetture tradizionali, escludendo le evolute ibride.

La massiccia presenza di avversari sulle nuove Renault Clio RS Line ha invece penalizzato in parte la situazione nel Campionato Italiano R1, con Scalzotto rimasto a secco di punti.

Con la sorte a proprio favore il vicentino, affiancato da Mattias Conci alle note, era il solo a partire con l’asciutto sulla speciale spettacolo “Bajardo”, al Sabato sera, riuscendo ad infliggere un distacco di oltre cinque secondi a chilometro alla diretta concorrenza in classe RA5N.

Un bottino che si rivelava utile visto lo stato di forma di Pellè, pari merito sulla prima “San Bartolomeo” di Domenica, ma che veniva presto vanificato da una toccata che poteva rivelarsi fatale, sull’insidiosa “Vignai”, ma che veniva prontamente arginata dal team Baldon Rally.

“Sulla quarta prova” – racconta Scalzotto – “siamo incappati in una toccata al posteriore destro ed abbiamo piegato il ponte. Fortunatamente la prova era l’ultima prima del parco assistenza e quando siamo arrivati i ragazzi di Baldon Rally hanno fatto il miracolo. Hanno smontato il ponte dalla mia Suzuki Swift stradale e lo han montato su quella da gara, senza farci pagare al controllo orario di uscita. Sono stati magici e senza il loro aiuto avremmo buttato via la gara.”

Sceso al terzo posto di classe ed all’ottavo di Suzuki Rally Cup Scalzotto, ritrovata una vettura in piena forma, partiva a testa bassa vincendo la prova numero cinque, terzo tempo nel monomarca della casa giapponese mettendo in riga alcune vetture della generazione ibrida.

Vicino a Pellè sulla “Colle d’Oggia” il vicentino approfittava dell’errore del diretto rivale per portarsi a 9”5 di distacco quando al termine della gara mancava soltanto una prova speciale.

Sugli oltre venti chilometri della conclusiva “Cesio – Carpasio” Scalzotto sorprendeva tutti, segnando il migliore tempo assoluto nella Suzuki Rally Cup, primo a pari merito con l’ibrida di Goldoni, e recuperava ben 19”9 a Pellè, scavalcandolo con un colpo di reni sensazionale.

Tanta la soddisfazione per una rimonta culminata con la classica ciliegina sulla torta.

“Abbiamo vinto nuovamente tra le normali” – aggiunge Scalzotto – “ma, questa volta, siamo riusciti a stare al passo anche delle ibride. Le condizioni meteo non erano facili, con continuo cambio di fondo ma, essendo su mono gomma, non avevamo possibilità di cambiare. L’ultima prova è stata semplicemente da urlo e siamo andati oltre ogni nostra aspettativa. Grazie a tutti i nostri partners ed a Baldon Rally che, questa volta ancor di più, è stato un fattore chiave.”

IL RALLYE SANREMO DICE BENE ALLA LEONESSA CORSE

Buoni risultati in terra ligure per il sodalizio lombardo: Mazzocchi entra nella Top20, Bondioni conquista punti preziosi per il Trofeo Peugeot e Fiorenti chiude a podio di R3 il Rally delle Palme.

Brescia – La trasferta al Rallye Sanremo è stata fruttuosa per la Leonessa Corse. La squadra bresciana ha portato al traguardo tutti e tre i suoi equipaggi che hanno vissuto, ognuno a suo modo, una gara intensa e soddisfacente grazie ad un positivo risultato finale.

Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti hanno iniziato a prendere dimestichezza con la Skoda Fabia R5 del team M33 nonostante un meteo piovoso e assai differente da quello trovato poche settimane fa al Ciocco: tutta esperienza per i campioni junior in carica che, al termine delle prove, hanno concluso in 18° posizione assoluta.

“Questo Sanremo è stato difficile: fango e nebbia non aiutavano e abbiamo sempre fatto scelte per stare dalla parte della ragione perché abbiamo bisogno di incrementare il feeling con la vettura che il team prepara egregiamente. Abbiamo sempre migliorato e questo ci dà fiducia per il proseguo della stagione.”

Positivi i riscontri anche di Ilario Bondioni e Sofia D’Ambrosio, in gara con una Peugeot 208 R2B della Progetto77. Dopo l’uscita del Ciocco era importante arrivare sul palco finale per mettere in carniere i primi punti di monomarca Peugeot che puntualmente sono arrivati. Una scelta di gomme troppo rischiosa ha impedito loro di provare ad aumentare i ritmi quando ce n’era bisogno ma alla fine il secondo posto tra i concorrenti del Trofeo legato alla casa di Sochaux va decisamente bene.

Sorrisi ma anche rammarichi per Luca Fiorenti e Filippo Alicervi, impegnati nella giornata di sabato nel Rally delle Palme. Con la loro Renault Clio R3C, hanno tenuto un passo deciso insediandosi in seconda posizione a soli 8” alle spalle dell’elvetico Daldini.

L’appannamento del parabrezza nelle prove del secondo giro, dovuto anche all’arrivo della pioggia, ha fatto però perdere parecchio tempo al duo della Leonessa che si è purtroppo allontanato dalla vetta chiudendo “solo” terzo; un risultato molto utile ai fini delle classifiche di R Italia Trophy e d CRZ ma che lascia un po’ di amaro in bocca visti gli ottimi tempi fatti segnare ad inizio gara.

Addetto stampa Luca Del Vitto: info@lucadelvitto.com ; +39.339.1477880

FRANCO LAGANA’ ENTRA IN MOVISPORT

Siglato l’accordo con il pilota di origini calabresi per la disputa della Coppa Rally di VI zona, a partire dal prossimo Rally di Casarano. Stringerà tra le mani il volante della VolksWagen Polo R5 di Step Five Motorsport, affiancato da Maurizio Messina

Reggio Emilia, 10 aprile 2021 – E’ con grande soddisfazione, che Movisport annuncia l’ingresso tra le proprie fila di un pilota di rally che da anni è un simbolo per il rallismo del centro sud e simbolo anche tra i piloti privati italiani più in vista.

Franco Laganà, architetto originario di Reggio Calabria e naturalizzato barese, per anni uno dei simboli dei piloti con le vetture di Gruppo N nei Campionati Italiani (con una messe di titoli vinti) è entrato ufficialmente a far parte della “famiglia reggiana” della quale difenderà i colori nella Coppa Rally di VII zona.

Il copilota non poteva che essere il fido Maurizio Messina, compagno di tante stagioni e di tanta passione condivisa vincendo molti allori, mentre la vettura sarà la VolksWagen Polo GTi R5 della compagine romana Step Five Motorsport, con la quale anche in questo caso vi è un rapporto che dura nel tempo di stima ed amicizia.

Il primo tassello della stagione che andrà ad incastrarsi sarà il 18 aprile, il 27° Rally di Casarano, in provincia di Lecce, per poi proseguire la stagione vagliando le varie partecipazioni in previsione degli impegni professionali.

#Movisport #rally #motorsport #rallypassion #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #sportscar #horsepower #sportscars #wheel

FOTO: Franco Laganà e Maurizio Messina

UFFICIO STAMPA
Alessandro Bugelli

Andrea Zivian, obiettivo europeo

Il pilota reggiano alla caccia della vittoria nel FIA European Historic Rally Championship

Sulla sua Audi quattro riparte dal 9 aprile al 36° Rally Sanremo historic con grandi aspettative

C’è un pilota reggiano tra i partenti del prossimo FIA European Historic Rally Championship. Da venerdì 9 aprile il reggiano Andrea Zivian prenderà parte al 36° Rally di Sanremo historic, tappa classica del campionato europeo di rally di auto storiche, a bordo della sua Audi quattro che ha già conquistato popolarità e affetto tra i tantissimi appassionati di rally storici.

Già vicecampione d’Europa del terzo raggruppamento, quello che vede auto del periodo tra il 1978 ed il 1981, Andrea “Zippo” Zivian è reduce da un finale di stagione che lo ha visto perdere il primo posto per colpa di una foratura negli ultimissimi chilometri dell’ultima prova in Ungheria, quando il primo posto europeo sembrava ormai conquistato.

Ma il reggiano Zivian guarda con fiducia alla nuova stagione: “Dopo un intero anno di sospensione a causa dell’emergenza Covid, finalmente si riparte. Io e il mio team stiamo letteralmente scalpitando per tornare a vivere l’adrenalina della competizione”.

Se da un lato il Covid ha impedito lo svolgimento regolare delle competizioni, dall’altro ha concesso un tempo maggiore per lavorare sull’auto con la quale Zivian darà l’assalto al titolo: “Quella che si terrà questo weekend a Sanremo è la prima gara della stagione, quindi tutto può succedere. Però abbiamo approfittato di questa sosta forzata per sviluppare l’auto e fare dei test, che si sono conclusi con esiti davvero incoraggianti”.

Insomma, c’è ottimismo nel Team di Zivian: “Già essere qui, pronti a ripartire, è una enorme iniezione di energia. Il livello delle auto e dei piloti iscritti è davvero impressionante: il campionato quest’anno esprime un incredibile valore. Per questo la sfida sarà ancora più esaltante. Noi siamo pronti, pieni di energia, di esperienza e di voglia di portare a Reggio Emilia, Puianello in particolare, un trofeo davvero importante”.

Older posts

© 2021 RallyRace.it

Theme by Anders NorenUp ↑