Category: Rally (page 1 of 1102)

IL CAMPIONATO PROVINCIALE ACI PISTOIA “ MEMORIAL ROBERTO MISSERI” HA PREMIATO I SUOI “ATTORI”

Nella serata di ieri, venerdì 25 novembre la cerimonia di premiazione al Nursery Campus dei Vivai Vannucci, a Pistoia ha sugellato una stagione di grandi numeri e di notevoli performance.

Pistoia, 26 novembre 2022 – Nella serata di ieri, al Nursery Campus dei Vivai Vannucci, a Pistoia, si è svolta la cerimonia di premiazione della seconda edizione del Campionato Provinciale ACI Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”, l’iniziativa che ha viste coinvolte le tre gare di rally che si svolgono nella provincia di Pistoia, il Rally “Valdinievole e Montalbano”, il Rally “Abeti e Abetone e d il Rally Città di Pistoia e riservata ai Soci titolari di licenza ACI Sport “staccata” appunto a Pistoia.

La classifica assoluta è andata ad Antonio Ilari (49,5 punti) per quanto riguarda i piloti e a Gianni Melani per i copiloti, i due fanno coppia da anni nei rallies toscani con la Peugeot 106 e per Ilari si è trattato di alzare la classica asticella in quanto lo scorso anno giunse al secondo posto, mentre per Melani si è trattato di un bis dopo la vittoria della prima edizione.

Al secondo posto si è classificato Giacomo Biondi, con la sua Peugeot 106 Rally, arrivato alla soglia dell’ultimo impegno di Pistoia al comando, ma poi ha visto sfuggire il traguardo per un’uscita di strada nell’epilogo della competizione, finendo dunque secondo con 34,5 punti, mentre la terza posizione è andata a pari merito, con 22,5, tra il montecatinese Paolo Moricci, che ha passato l’intera stagione allo sviluppo della sua nuova Renault Clio Rally4, e Federico Simoncini, con la sua Peugeot 106 Rally.

Tra i copiloti, è stato un dualismo che ha riguardato ovviamente i compagni di avventura di Ilari e Biondi. Gianni Melani, come già detto alle note di Ilari, ha dunque vinto la classifica con 49,5 punti, su Marco Ancillotti, copilota di Biondi, arrivato a 34,5, con terzo che ha finito Alessio “Kata” Natalini, il quale si è diviso la stagione con due piloti, staccando con tre punti il sempre presente Alessio Pellegrini, copilota tra i più attivi in Toscana.

Si parla di “quote rosa”, sempre più qualificate come presenza nei rallies regionali: tra i piloti svetta Maila Cammilli, mentre tra i copiloti, dal duello finale tra Martina Fresolone e Jasmine Morelli, in lizza sino all’ultima prova di Pistoia, alla fine ha prevalso Sara Vestrucci, copilota di Cammilli, per un titolo acquisito con il classico “colpo di reni”.

Il successo dell’iniziativa sportiva di Aci Pistoia, che verrà certamente riproposta anche nel 2023 è stato decretato dai ben 35 tra piloti e copiloti andati a punti e durante la serata si è più volte rimarcato l’alto livello della competizioni organizzate in provincia di Pistoia, oltre al notevole impegno di ufficiali di gara e commissari sportivi, il cui lavoro è sempre determinante ma spesso non conosciuto per il proprio valore.

Le classifiche finali sono fruibili nell’apposita sezione del sito dell’Automobile Club Pistoia www.pistoia.aci.it.

nella foto allegata (di T. Simonelli) i vincitori assoluti Ilari-Melani

#ACIPistoia #TrofeoACIPistoia2022 #MemorialRobertoMisseri #rally #motorsport #RallyAbeti #RallyValdinievoleMontalbano #RallyCittàdiPistoia

www.pistoia.aci.it

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli
Giornalista
Iscrizione Ordine Nazionale dei Giornalisti 110772
MGT COMUNICAZIONE

IL RALLY COLLI DEL MONFERRATO VOLA OLTRE I 90 EQUIPAGGI

E’ già record per la gara pronta ad accogliere piloti francesi, inglesi e svizzeri

Manca ancora una settimana al via, ma il Rally Colli del Monferrato e del Moscato atteso a Moncalvo il 3-4 dicembre, che per la venticinquesima edizione si regalerà un ritorno in grande stile tra le manifestazioni nazionali, ha già battuto un importante record. Dal quartier generale del VM Motor Team trapela infatti la notizia riguardante gli iscritti, che hanno superato quota 90. Ben 25 in più del 2021, con la classe regina, la R5, pronta a sfiorare le 20 auto.
Un parco partenti che si preannuncia ricco non solo per i numeri ma soprattutto per l’altissimo livello dei tanti equipaggi provenienti da tutta Italia e non solo. Hanno infatti confermato la presenza partecipanti provenienti da Inghilterra, Svizzera, Francia e San Marino, più altre quattro coppie italiane ma che affronteranno una trasferta dalla Sardegna per correre sulle strade astigiane.

Una gara nazionale ma dal sapore internazionale, come sottolinea Moreno Voltan: “Per un organizzatore veder arrivare tante richieste di iscrizione è un’enorme soddisfazione, ma lo è ancora di più quando diversi equipaggi arrivano da oltre confine o dalle isole. Questo ci lusinga e dà un significato importante agli sforzi che stiamo affrontando insieme alle famiglie Tardito, Motton, Ronzano e alle amministrazioni locali”.

Il territorio astigiano, con Moncalvo a fare da centro di riferimento, sarà il grande protagonista del Rally Colli del Monferrato e del Moscato, che ha già fatto registrate il tutto esaurito in diverse strutture ricettive, coinvolgendo molte attività anche della città di Asti. Un riscontro molto importante e significativo per il tessuto economico locale, che può tastare con mano gli effetti dell’indotto generato da una manifestazione rallystica nazionale.
“Il territorio ci ha accolti a braccia aperte ed organizzare un rally in queste zone è sempre un grande piacere. Tornare tra i “grandi” dopo anni di Ronde con questi risultati ancor prima del via è molto confortante, l’obiettivo per i prossimi anni è senza dubbio quello di ottenere una titolazione per le nostre gare, sempre molto gradite a equipaggi ed addetti ai lavori” – ha poi proseguito Voltan.

Il 25° Rally Colli del Monferrato e del Moscato proporrà per la prima volta il Memorial Giorgio Faletti, un grandissimo astigiano ben noto anche nell’ambiente motoristico per la sua passione e per le sue partecipazioni a diverse gare, compreso un Rally di Montecarlo con la Lancia Delta.

Ufficio Stampa VM Motor Team
Stefano Bertuccioli – stebertuc@gmail.com

29c13209-d954-b347-23fc-ab53a93c00ca

Il Rally di Roma Capitale conferma la validità Europea: si correrà il 29-30 luglio 2023

26.11.2022 – L’ufficializzazione del calendario FIA European Rally Championship 2023 da parte di WRC Promoter ha confermato che il Rally di Roma Capitale organizzato da Max Rendina e Motorsport Italia sarà l’unico round della serie continentale e si svolgerà il 29 e 30 luglio mantenendo la data tradizionale.

“Una grande soddisfazione condivisa con l’Automobile Club d’italia, la Commissione Rally ACI Sport, la Regione Lazio, il Comune di Roma, tutte le istituzioni del territorio, i nostri partners e l’infaticabile staff di lavoro – ha commentato Max Rendina – Fin dal nostro ingresso nel Campionato Europeo Rally nel 2017 abbiamo rappresentato l’Italia sportiva con orgoglio lavorando con dedizione per una costante crescita dell’evento e una sempre maggiore attenzione alla sua diffusione mediatica. La conferma come appuntamento del FIA ERC 2023, in un momento storico di grandi cambiamenti per la serie europea, ha richiesto uno sforzo importante da parte di tutti noi e rappresenta quindi un grande orgoglio ci spinge a dare ancora una volta il massimo per l’edizione del prossimo anno”.

L’evento, che la scorsa estate ha portato le vetture a sfidarsi sotto al Colosseo, tornerà a proporre la sfida tra i migliori piloti di rally d’Europa e sarà contestuale anche con il round del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco di cui Roma ha già avuto conferma di titolazione.

La logistica, il programma ed il percorso di gara sono in fase di studio e sicuramente includeranno delle novità oltre a importanti conferme che rispecchieranno la tradizione di questo evento che negli anni ha sempre saputo stupire. Dal Lido di Ostia alle Terme di Caracalla, dalla partenza a Castel Sant’Angelo fino alla parade per le vie di Roma, momenti unici nel loro genere che hanno sempre restituito una cartolina impagabile dell’Italia nel mondo.

“Non è facile creare qualcosa di nuovo ed emozionante tutti gli anni – ha concluso Rendina – ma le idee non mancano e anche per questo 2023 la voglia di stupire è rimasta sempre la stessa. Posso assicurare che il Rally di Roma Capitale manterrà le promesse e sarà ancora una volta uno spettacolo”.
Rally di Roma Capitale | Press Office
Matteo Bellamoli
Tel. +39 3491505088
Mail. press@rallydiromacapitale.it

UN CITTÀ DI SCHIO RICCO PER RALLY TEAM

Il piatto della bilancia vicentina pende indubbiamente dalla parte positiva con Battaglin e Toffano, quinto e sesto assoluto, a capeggiare la truppa proveniente da Rosà.

Rosà (VI), 23 Novembre 2022 – Un Rally Città di Schio da record, quello andato in scena tra Venerdì e Sabato, dal quale Rally Team ha saputo ricavare profitti di elevato valore, ad iniziare da una classifica assoluta che ha premiato il coriaceo Alessandro Battaglin, in coppia con Selena Pagliarini sulla Hyundai i20 R5 curata da PR2 Sport, ritrovando finalmente il sorriso.

Il rosso da Marostica, lontane le noie tecniche che lo hanno penalizzato nel corso della stagione ma in difficoltà con una Michelin che non aveva disposizione una mescola adatta al fondo, ha saputo esprimersi al meglio, chiudendo quinto nella generale, in RC2N ed in R5 – Rally 2.

A seguirlo a ruota, in sesta piazza, ci ha pensato la rivelazione di questa seconda parte di 2022 in Triveneto ovvero Giovanni Toffano, alle note Matteo Gambasin su una Skoda Fabia Rally 2 Evo di MS Munaretto, bravo a vincere il primo passaggio della “Treschè Conca” ed a mantenere un ritmo costante che gli ha consentito di lottare contro autentici piedi pesanti.

Uno stato influenzale ha costretto invece il povero Michele Caliaro, iscritto con Fabio Andrian su una Skoda Fabia R5 di MM Motorsport, a dare forfait anticipato, non presentandosi al via.

Una potenziale vittoria, quasi certa conti alla mano, è invece sfuggita a Christian Camazzola, impegnato a dettare le note a Michele Milani sulla consueta Mitsubishi Lancer Evo VII di gruppo N, alla fine secondi di classe N4 ma con il rammarico per i guai tecnici patiti ad inizio giornata.

In evidenza un ottimo Filippo Vanzetto, sempre affiancato da Giorgio Simioni sulla Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally, in piena lotta con i migliori a podio ma costretto ad accontentarsi della sesta piazza di classe e della nona in gruppo RC4N a causa di qualche manovra di troppo.

Per lui l’indubbia soddisfazione di aver dimostrato un elevato livello di competitività.

Schio all’insegna della ricerca di feeling con una seconda Peugeot 208 Rally 4, targata Baldon Rally, per un Davide Vanin che, in coppia con Mauro Cumerlato, ha centrato un’undicesima posizione di classe che lo ha soddisfatto in pieno, essendo al suo debutto su queste strade.

Primo ballo sulla Peugeot 208 Rally 4, griffata La Marca Racing, anche per Christian Foffano, alle note Luca Silvi, a conti fatti nono di classe ed a ridosso della top ten di gruppo RC4N dopo una giornata ricca di divertimento, lasciando controvoglia la francesina al termine della gara.

Buona la prima anche per Mattia Fortuna, affiancato da papà Giuseppe su una Peugeot 208 R2 di Baldon Rally, sempre pronto a raccogliere i preziosi consigli della famiglia Scalzotto e bravo a concludere un appuntamento impegnativo come lo Schio, terminando quindicesimo di Rally 4.

Una partenza in sordina, alla quale hanno fatto seguito problemi al cambio, hanno visto protagonista uno sfortunato Marco Baldo, con Roberto Segato su una Peugeot 207 in configurazione Racing Start Plus, primo fino al ritiro, avvenuto dopo la seconda prova.

Scendendo nel produzione, tra le duemila, a brillare è stata la stella di Nicolò Mezzalira, assieme a Christian Ronzani su una Renault Clio RS, secondo di classe N3 e terzo di gruppo RC5N per un test, sul nuovo assetto sperimentato, che si è dimostrato più che positivo.

Bene anche Alberto Puppato, alla sua destra Michele Barison su una vettura gemella al compagno di colori, quinto di classe N3 e decimo in gruppo RC5N ma penalizzato da una toccata, da qualche problema di assetto ed anche da una scelta errata di coperture.

Secondo cartellino di presenza ed obiettivo raggiunto, quello di vedere il traguardo, per un Marco Mazzuccato che, in coppia con Lara Condolo, hanno chiuso il cerchio di una trasferta resa complicata dalla rottura del tubo dell’idroguida, costringendo l’assistenza agli straordinari.

Per il pilota della Renault Clio Williams è arrivato un buon ottavo posto in classe N3.

Secondo gradino del podio in classe RSTB16P per il sempreverde Remigio Baù, settantasei primavere alle spalle ed una passione che, dopo il Bassano, non ha saputo trattenerlo a casa.

Il pilota della Peugeot 208, in versione Racing Start, ha ricordato la sua prima partecipazione allo Schio, all’età di trentaquattro anni su Lancia Delta, andando a coppa con Silvano Cerato.

Un tombino di cemento, a meno di due chilometri dal via, ha chiuso la partita in anticipo per Cristian Ziggiotto, con Giada Tadiello su una Peugeot 106 Rallye gruppo A di Galiazzo.

Il taglio della gomma e la rottura del cerchio, avvenute nell’impatto, hanno reso la trazione anteriore d’oltralpe incontrollabile, traducendo il tutto in una fatale uscita di strada.

Errore di gioventù invece per Filippo Nonnato, affiancato da Claudio Mogentale su una seconda Peugeot 106 Rallye gruppo A di Galiazzo, fuori sulla quarta speciale quando era primo tra gli Under 25 e terzo di classe A6, gettando alle ortiche un risultato di elevato prestigio.

Millesei del gruppo A che si è rivelata bestia nera per la compagine vicentina, segnando anche lo stop di Michele Luca Alessio, costretto al ritiro al riordino che chiudeva il secondo giro per un fuori tempo massimo nato da problemi all’impianto elettrico della Peugeot 106 Rallye gruppo A.

Il portabandiera della scuderia rosatese, con Massimo Menegon, era quinto di classe A6.

Vittoria, in solitaria, in classe RS20 per Roberto Carlo Sbalchiero, alle note Mirco Santacaterina sulla consueta Renault Clio 3 in versione Racing Start, curata da Leon Competition, più forte dei problemi all’interfono e dello scellerato gesto di una persona che, durante un trasferimento, ha gettato un oggetto verso la vettura, danneggiando il cristallo anteriore della francesina.

Terzo sfumato in N2, causa ritiro sulla quinta speciale, per Federico Spiller, con Luca Ambrosini su una Peugeot 106 Rallye gruppo N di Team Autocar, fermo dopo l’impatto contro un rail che ha mandato in fumo un’ottima prestazione di fronte al pubblico amico e sulle strade di casa.

Un problema durante le ricognizioni, solo uno il passaggio all’attivo, non ha permesso a Gianluca Cella, con Paolo Saccavini su una seconda Peugeot 106 Rallye gruppo N di Team Autocar, di andare oltre una quinta piazza in N2 che lo ha comunque reso soddisfatto.

Gioie proseguite anche tra le regine del passato, in occasione del Rally Storico Città di Schio, dove il debuttante Mirko Sanvido, alle note Enrico Montemezzo, ha saputo approfittare dei guai della concorrenza per portare sul gradino più alto del podio, in A-J2/1600, l’Opel Corsa GSI.

La gruppo A targata Clacson Motorsport ha permesso all’unica punta storica di agguantare, con un bel colpo di reni sul finale, il settimo in quarto raggruppamento ed il tredicesimo assoluto.

Grazie al tridente composto da Battaglin, Toffano e Vanzetto giunge anche un meritato secondo posto finale nella classifica riservata alle scuderie.

rallyteam_2022_11_23_battaglin

Igor Iani fa tripletta: per il terzo anno consecutivo vince l’U25 del Trofeo Suzuki

Il pilota piemontese vince ancora la graduatoria tra i giovani del monomarca Suzuki e si conferma vicecampione assoluto.

(Comunicato Ufficio Stampa Igor Iani)

Igor Iani ha messo a segno il suo personale Triplete. Per il terzo anno consecutivo, infatti, il 22enne pilota della Valle Vigezzo ha vinto la classifica Under 25 del Suzuki Rally Cup insieme all’inseparabile Nicola Puliani, conterraneo 24enne.

A bordo della collaudata Swift Sport Hybrid curata dalla Gliese Engineering, i due pimontesi hanno dato filo da torcere a tutti i rivali del monomarca riuscendo a primeggiare ancora una volta tra i giovani e chiudendo in seconda posizione generale. Nel più che positivo ruolino di marcia dell’equipaggio della New Turbomark spiccano le vittorie conseguite al Rally Targa Florio e al 2Valli dove Iani e Puliani hanno fatto valere le loro qualità.

“Siamo contenti di questa ennesima stagione positiva – afferma il pilota di Malesco – perché ci ha dato modo di confrontarci ancora una volta sulle probanti e formative strade del campionato italiano permettendoci di migliorare sotto molti aspetti”.

Nelle ultime due apparizioni casalinghe, al Rally del Rubinetto e al Due Laghi, Iani ha utilizzato una Renault Clio Rally5: pronto per il salto di qualità?

“E’ ancora presto per dirlo – risponde Iani- anche se con lo staff che ci segue, dalla Gliese alla New Turbomark e ai nostri sponsor, tra le ipotesi che stiamo percorrendo vi è anche quella di fare un campionato differente da quello che abbiamo scelto nelle ultime stagioni. Ci piacerebbe gareggiare nello Junior; vedremo durante l’inverno se ci saranno questi presupposti”.

Older posts

© 2022 RallyRace.it

Theme by Anders NorenUp ↑