Category: Articoli (page 2 of 838)

La Scuderia Porto Cervo Racing tra bilanci e progetti. Intervista al presidente Mauro Atzei.

Nella stagione dedicata ai festeggiamenti per i vent’anni di attività, la Scuderia Porto Cervo Racing continua nella promozione del motorsport a 360° con l’organizzazione di eventi, campagne di educazione stradale, corsi e, non ultimo, supporto ai suoi equipaggi, piloti, udg e soci. Il 2019 sarà un anno ricco di impegni su più fronti, nell’Isola e non solo. Forti dell’esperienza acquisita dal 1999, la Porto Cervo Racing organizzerà una serie di eventi che interesseranno tutte le figure che sono parte attiva della Scuderia. Con Mauro Atzei, confermato per il quarto mandato presidente della Porto Cervo Racing, tracciamo un bilancio e anticipiamo qualche novità di una stagione iniziata sotto i migliori auspici. Il presidente co-pilota tiene ben strette le redini della Scuderia che festeggia i vent’anni di attività tra eventi sportivi, campagne di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, settimana dello sport, giornata del Pilota e Co-pilota e l’attesa 8ª edizione del Rally Terra Sarda in programma in Gallura il 5 e 6 ottobre.

Possiamo tracciare un bilancio della stagione appena trascorsa?

E’ stato un anno molto importante, interessante, sia a livello sportivo con i grandissimi risultati dei nostri ragazzi, che dal punto di vista organizzativo con il 7° Rally Terra Sarda-Rally d’Ogliastra nel quale abbiamo avuto una conferma da parte della Federazione, con una valutazione molto alta della manifestazione. Questo significa che tutto ha funzionato alla perfezione, la gara era al massimo sia per quanto riguarda la sicurezza, che dal punto di vista logistico-organizzativo.

Quest’anno organizzerete l’ottava edizione.

Il Terra Sarda è un brand importante che porteremo avanti. E’ una gara che manterrà la sua grande rilevanza. L’ottava edizione è prevista per il 5 e 6 ottobre 2019, sarà un rally, come abbiamo deciso, itinerante, e tornerà nella Gallura. Dal nostro punto di vista non ci sono le condizioni per organizzare tanti rally. Negli ultimi dieci anni siamo stati impegnati nell’organizzazione e co-organizzazione di ben diciotto rally, nei quali abbiamo vissuto bellissime esperienze, ma nella situazione attuale, di crisi generale dove i piloti trovano difficoltà a raggiungere i budget per gareggiare, è preferibile organizzare un rally all’anno, ‘ben fatto possibilmente con tanti iscritti’, anziché farne tanti.

Può anticiparci qualcosa sulla gara?

Il polo 2019 sarà Arzachena, Tempio, Calangianus, Aglientu, quindi la Gallura, in particolare quella centrale. Le idee ci sono, i percorsi non mancano, quindi faremo un bel rally concentrato, in uno-due giorni, senza lunghi trasferimenti e, soprattutto, con delle belle prove speciali. La gara rimane all’interno di un circuito molto importante, infatti sarà valida sempre come prova di Coppa Italia che ha cambiato nome in Coppa Rally ACI Sport 2019, per il Sardegna Rally Cup, per il Trofeo Italia Clio R3 e per il Trofeo Corri con Clio, sono confermati il Trofeo Marcello Orecchioni e il Trofeo Costa Smeralda. Gara in cui potranno correre anche le WRC.

Come diceva inizialmente, a livello agonistico, è stato un anno ricco di successi per la vostra Scuderia, ad iniziare dal pilota Maurizio Diomedi.

Il 2018 è stato ottimo perché i nostri piloti hanno ottenuto due grandi vittorie a livello nazionale quelle di Maurizio Diomedi che con Mauro Turati si sono aggiudicati la Coppa Italia terza zona, e quella di un grande amico Ennio Donato vincitore del Trofeo Italiano Velocità Montagna Sud Gruppo E1 Italia. Ennio è una persona veramente speciale. Maurizio Diomedi, vincitore della Coppa Italia anche nel 2017, è un grande campione in tutto e per tutto, sia all’interno della macchina che all’esterno. E’ vent’anni, ossia da subito, con il Team, è cresciuto come pilota insieme a noi, a parte l’esordio nel lontano 1996 ha fatto tutte le altre gare con la Porto Cervo Racing. E’ un onore per noi avere Maurizio al nostro fianco, persona leale e corretta, nessuno in Sardegna ha vinto quanto lui nel mondo del Rally.

Non sono mancati poi altri grandissimi risultati, come quello di Francesco Tali, la new entry della Porto Cervo Racing, che ha vinto il Trofeo Yokohama. Per essere stato l’anno del debutto come rallista, per lui è un grande riconoscimento a livello nazionale. Sempre nel rally, ci sono state le grandi prove di Michele Liceri navigato da Tore Mendola che hanno affrontato un campionato impegnativo come il Campionato Italiano Rally Terra ben comportandosi tra gli Under 25. Non dimentichiamo Ronnie Caragliu, che ha fatto poche gare, ma nel rally di Frosinone ha confermato il suo valore vincendo la classe, il terzo posto mio e del mio amico Dino Caragliu al Rally Costa Smeralda Storico.

Purtroppo non è stato un anno particolarmente fortunato per Vittorio Musselli, ma saprà sicuramente rifarsi nel 2019. Vorrei citare e meritano tanto spazio che vorremo dedicare nel 2019 per il grande lustro che hanno dato nel 2018 al team Vanni Pileri, Sandro Locci, Alessandro Murgia, Gian Battista Conti, Marco Canu con Carlotta Piras, Gianni Coda, Roberto Cocco con Sergio Deiana, Gianni Deriu con Simona Pileri, Santino Ruzittu con Tomaso Degosciu, Giovanni Ferreri con Paolo Bacciu, Gianluca Leoni, Marco Murranca, Antonio Pirina con Fabio Atzeni, Fabrizio Pittorru, Fabio Salis, Salvatore Musselli, Tonino Mulas con Piergiorgio Ladu, Giuliano Tilocca, Nicola e Giovanni Sanna, i fratelli Frau, Paolo Manconi con Danilo Mereu che, alcuni hanno fatto delle belle gare vincendo la classe, altri non proprio fortunati sono sicuro che si rifaranno nel 2019. Un plauso nella velocità in salita oltre a Ennio Donato va a Mario Murgia che ha disputato sola una gara nel 2018, ma in questa stagione riprenderà a correre con una certa frequenza. Negli auto slalom Gianfranco Ladu portacolori del Team ha conquistato grandi risultati, importante presenza anche quella di Andrea Sedda. Infine, e non da meno è stato il grande supporto di chi non ha corso ma ha dato una grande mano al team nell’organizzazione degli eventi come Gabriele Angius, Fernando Buscarino, Giuseppe Casu, Giorgio Cellino, Gerolamo Deiana, Antonio Digosciu, Walter Ferrero, Francesco Frau, Marco Pirredda, Roberto Pisano, Aline Primiterra, Alessandro Spezzigu, Sebastiano Sotgiu, Francesco Tessuti e Tonino Uscidda.

Fra i vostri portacolori ci sono dei giovani che meritano grande attenzione.

Sicuramente Michele Liceri navigato da Tore Mendola, ha dimostrato di essere tra i migliori giovani in Italia nel campionato italiano rally terra. Non era facile affrontare un campionato così importante come quello su terra, Michele ha dimostrato di avere le basi per fare qualcosa di veramente importante. Abbiamo puntato tantissimo sui giovani, anche Gianni Deriu ha partecipato a diverse gare con non molta fortuna, potrà comunque dimostrare nel 2019 il suo talento. Poi ci sono gli altri giovani che, seppur non facendo parte direttamente della Porto Cervo Racing, sono stati ‘adottati’ dal Team come Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella. Secondo il mio punto di vista, saranno dei futuri campioni a livello nazionale. Tra i nostri portacolori, non possiamo non parlare di Fabio Salis che ha fatto un anno al top. E’ un navigatore con un’esperienza notevole, ha letto le note in diverse gare nel campionato del mondo rally, e anche lui ha dimostrato di essere un giovane con delle capacità proiettate al futuro molto importanti. Nonostante la sua giovane età, ha un’esperienza importante e lo considero tra i migliori navigatori in Sardegna, molto promettente a livello nazionale. Tra i giovani vorrei citare anche Tonino Mulas, sempre presente in tutti gli eventi motoristici, si è dimostrata una persona veramente speciale.

In tema di premi e riconoscimenti, sono stati diversi i vostri portacolori che hanno ricevuto i benemeriti da parte del CONI.

Abbiamo ricevuto dei riconoscimenti in tutta la Sardegna: Maurizio Diomedi per quanto riguarda la provincia di Sassari, Gianluigi Coda e Sergio Deiana in Ogliastra per il grande lavoro svolto all’interno della Scuderia, il comune di Porto Torres ci ha consegnato una targa per il grande lavoro svolto dal Team e devo ringraziare Gianluca Leoni che ha fatto bene in una gara molto importante come il Rally Italia Sardegna valido per il Campionato Mondiale, Gianluca è una persona con dei valori molto importanti, non solo sportivi.

Fra i soci della vostra scuderia ci sono numerosi UDG, sia in Gallura che in Ogliastra.

Tra i tanti portacolori della Scuderia, volevo fare un plauso ad Alessandro Murgia, pilota di Urzulei. Alessandro rappresenta un’ala importante della Porto Cervo Racing che sono gli ufficiali di gara, un bel gruppo, perché nella Porto Cervo Racing non ci sono solo piloti e navigatori, ma c’è anche il gruppo degli ufficiali di gara della Gallura e dell’Ogliastra nel quale Alessandro Murgia è uno dei leader insieme a Giuseppe Albai, da evidenziare che fra gli udg si è formato il gruppo dei verificatori (tecnici e sportivi), tra questi Elena Demartis, Ivan Lupo, Gian Pietro Piredda, Fabiola Floris e Roberta Pitturru. Poi c’è anche il gruppo degli allestitori da Luca Aisoni, Antonio Cossu, Fabio Gentile a Marcello Coda e Alessandro Pompei che ci consente di organizzare delle belle gare, la segreteria da Sandra Medda, Paolo Fiori, Federica Marras, Silvia Matzedda a Anna Rita Deiana e Daniela Usai che oltre ad aver curato in modo molto professionale in questi anni l’ufficio stampa rappresenta una persona importante per il team, così come Marzia Tornatore, persona veramente speciale, attenta e precisa esperta del mondo dei motori, rappresenterà il punto di riferimento nel 2019 dei piloti e co-piloti, spetterà a lei curare l’ufficio stampa. Ringrazio tutti gli associati e i ragazzi che fanno grande il Team, con lo spirito giusto di chi vuole partecipare e divertirsi.

A proposito di divertimento e soddisfazioni, in veste di navigatore ha condiviso il terzo gradino del podio del Rally Internazionale storico Costa Smeralda con il vicepresidente Dino Caragliu.

Sì, ricordo con piacere il podio conquistato con Dino. Siamo stati i primi piloti sardi all’arrivo. Non era facile, sono contento per me, ma soprattutto per Dino che dopo nove anni ha ripreso a correre e ha dimostrato di avere un grande piede sull’asfalto, mentre sappiamo che la terra è il fondo a lui più congeniale.

Dall’agonismo parliamo di sociale. L’attività occupa sempre un ruolo molto importante nella Porto Cervo Racing.

E’ stata una stagione importantissima anche per l’attività sociale, per la campagna sulla sicurezza stradale curata da Sandra Medda. Abbiamo lavorato tantissimo con i giovani, nelle varie scuole, cercando di trasmettere quei valori importanti di crescita per i nostri ragazzi. Tutti questi elementi verranno ripresentati nel 2019.

Qualche anticipazione sugli eventi che organizzerete per il ventennale?

Per festeggiare il ventennio sono previsti diversi eventi ad iniziare dal 4 al 5 maggio con la manifestazione “Centro Sardegna Minikart” da svolgersi a Bono, in provincia di Sassari, rivolta ai giovanissimi che potranno approcciarsi a questa specialità. A fine settembre è prevista, da parte del Comune di Arzachena, la realizzazione della Settimana dello Sport rivolta a tutte le Associazioni nella quale la Porto Cervo Racing proporrà la 5ª Campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale. Sono previste altre due iniziative importanti, la Giornata del Pilota e Co-pilota, un incontro per migliorare la stesura note e guida sportiva, e un evento dedicato alle associazioni di diversamente abili che da anni collaborano con il Team. Non mancherà l’attesissima 8ª edizione del Rally Terra Sarda in programma il 5 e 6 ottobre dove sono previsti tutta una serie di eventi collaterali.

Ripercorrendo la storia del vostro Team, cosa vede?

Nella nostra scuderia, sono transitati quasi tutti i piloti e i navigatori che orbitano nel settore automobilistico della Sardegna. Dalla Porto Cervo Racing sono nate tantissime altre realtà, molto belle, importanti, e la festa che organizzeremo quest’anno vuole essere la ‘festa di tutti’, perché i vent’anni vanno festeggiati con chi ha fatto un percorso importante con noi in tutti questi anni. Tutte le persone che hanno contribuito a far crescere la Porto Cervo Racing saranno invitate alla festa per onorare questo grande Team.

Marzia Tornatore

Responsabile ufficio stampa Scuderia Porto Cervo Racing

Tutto pronto per il terra di Argil

Pofi 19 Aprile 2019- Con l’apertura delle iscrizioni,si alza ufficialmente il sipario della settima edizione della manifestazione in programma il primo week end di maggio.Il periodo di apertura si protrarà fino agli ultimi giorni di aprile. Quest’anno la gara,sarà valida come seconda prova della coppa Aci sport di zona oltre ad avere in palio il terzo trofeo Argil,a questi si aggiungono,il campionato sociale Frosinone Rally Cup nonché trofeo Renault Clio corri con Clio.

IL PERCORSO : RISPETTA LA TRADIZIONE CON ALCUNE NOVITA’

La Rally Game,associazione che gestisce l’orgnizzazione della gara,ha definito il disegno della manifestazione; pur mantenendo il format con il prologo serale del sabato con la disputa della prima tappa con i due tratti ricavati nel hinderland del centro cittadino di Pofi,L’evento su cui i promotori stanno lavorando in modo eccelso,non ha cambiato il centro logistico ,il quale è ubicato tutto all’interno del polo commerciale Frashetti a qualche chilometro dal casello autostradale di Ceprano. Presso il polo,si svolgeranno le verifiche pre gara,oltre che il parco assistenza in entrambe le tappe. La novità di questa edizione,è l’inseriemento di parte del tratto cronometrato Castro Dei Volsci-Vallecorsa, piesse già teatro di grandi sfide per qualche anno durante varie edizioni rally di Ceccano.

Campionati e Trofei

All’interno della manifestazione non potevano mancare i trofei,per il primo anno dopo circa un lustro come gara nazionale,il rally del piccolo centro ciociaro sarà valido per il campionato di zona,ad esso già partito con il rally di Casarano,si aggiunge il trofeo monomarca per il marchio Regiè dedicato alla vettura Clio. Gli organizzatori,hanno anche istituito il terzo trofeo Argil e sarà la gara inaugurale del campionato sociale Frosinone Cup,campionato nato dalla commissione sportiva Aci-Frosinone. Non finiscono di stupire i promotori,la Rally Game,ha anche indetto una lotteria a premi per tutti gli appassionati e non,ad essa sono legati premi di valore.

Gli Iscritti

Giorno dopo giorno,si va delineando l’elenco iscritti per la gara il programma il 4-5 maggio,sarà un elenco ricco di pretendenti alla vittoria assoluta con le vetture R5 pronte ad alimentare un duello incandescente sulle strade del rally Terra di Argil. Il primo equipaggio a formalizzare l’iscrizione è stato quello composto da Bailonni-Cellante. La coppia,sarà al via con una Hyundai I20 R5 del team HMI il secondo equipaggio è stato quello foggiano composto da Rino Simone e Rosario Navarra in gara con la Peugeot 206 S1600 e via via tutti gli altri concorrenti.Ci sono tutti i presupposti,per una gara avvincente più che mai.

Press-Office Terra di Argil

Parte da Valencia l’assalto di Alex Caffi Motorsport alla Nascar Whelen Euro Series

Il team coordinato dall’ex F.1 monegasco schiererà in pista sette piloti con tre vetture pronti a difendere i successi ottenuti lo scorso anno in quella che si preannuncia essere una stagione ad alto tasso adrenalinico

Montecarlo, 12 aprile 2019. Stanno per accendersi i motori della Nascar Whelen Euro Series 2019 per il team Alex Caffi Motorsport, che nel weekend scenderà in pista a Valencia per il primo round stagionale dell’emozionante serie continentale riservata alle vetture americane equipaggiate con i potenti motori Chevrolet da 5,7 litri.

Dopo i successi del 2018 il team guidato dall’ex pilota di F.1 monegasco impreziosisce il piatto e si presenta al via con tre vetture e una line-up di assoluto valore con ben sette piloti. Sulla Ford Mustang #1 in Elite 1 siederà il campione messicano Garcia Jr. Ruben, che concorrerà anche per lo Junior Trophy, vincitore lo scorso anno della Nascar Peak Mexico Series e pronto a confrontarsi in pista nell’edizione europea che scatta con il maggior numero di partecipanti di sempre. Sulla stessa vettura in Elite 2 salirà Thomas Krasonis (GRC) al debutto nella serie dopo due stagioni in Junior Saloon Car Championship. Il giovanissimo pilota greco, classe 2001, parteciperà anche alla sfida in Elite Club.

Sulla Chevrolet SS #2 a difendere i colori della Alex Caffi Motorsport in Elite 1 confermato il nipponico Kenkou Miura alla terza stagione in Nascar Whelen Euro Series con il team monegasco e già vincitore lo scorso anno del Challenger Trophy dove proverà a difendere lo scettro. In Elite 2 la vettura sarà affidata a un altro rookie di questa stagione, Jesse Vartiainen (FIN) lo scorso anno in pista solo ad Hockenheim, ma già distintosi anche nella Camaro Cup Finland.

Terza vettura la Ford Mustang #27 dove in Elite 1 salirà l’atteso fuoriclasse francese Thomas Ferrando, pilota di esperienza sulle poderose vetture americane già vincitore in Elite 2 nel 2017 dopo tre terzi posti nel 2014, 2015 e 2016. Nella nutrita griglia di partenza 2019 è uno dei pochi che vanta anche una diretta esperienza negli Usa, dove questa specialità è nata e gode di enorme popolarità. In Elite 2 la vettura sarà affidata all’unico pilota italiano del team, Pierluigi Veronesi, classe 1988, al secondo anno nella serie dopo i successi tricolori in F2 e Formula 2000. In Elite Club la vettura passerà a Callum Crips, ventiduenne britannico di belle speranze pronto a confrontarsi nel mondo dei V8.

A fare da teatro a questa sfida i 4.005 metri del Ricardo Tormo di Valencia, caratterizzati dal lungo rettilineo di partenza dove si potranno scaricare i cavalli, seguito da due settori più guidati prima dell’ultimo tratto più scorrevole e veloce. L’azione vera e propria entrerà nel vivo venerdì con la doppia sessione di prove libere alle 13:30 e 16:00 per la Elite 1 e 14:05 e 16:35 per la Elite 2. Sabato qualifiche e Superpole a partire dalle 10:00 per la Elite 1, mentre la Elite 2 si sfiderà per la pole position dalle 10:30. Gara uno Elite 1 in pista alle 13:30, Elite 2 alle 17:00. Domenica gran finale con le altre due gare, 10:45 (Elite 2) e 14:10 (Elite 1).

Il weekend sarà disponibile in live streaming su Facebook e Youtube (@euronascar), oltre che su Motorsport.tv e su Fanschoice.tv con tutte le sessioni del sabato e della domenica, sia in Europa (GMT+2) che negli USA.

Sito ufficiale: https://hometracks.nascar.com/international/whelen-euro-series/

Link utili: https://hometracks.nascar.com/international/whelen-euro-series/race-central-live-2018-nascar-whelen-euro-series/

Calendario NASCAR Whelen Euro Series 2019: 13-14/04 Valencia (ESP); 11-12/05 Franciacorta (ITA); 1-2/06 Brands Hatch (GBR); 22-23/06 TBA (FRA); 29-30/06 Most (CZE), 13-14/07 Venray (NLD); 21-22/09 Hockenheim (DEU) ; 05-06/10 Zolder (BEL)).

Rif. Rosario Giordano

“LUCKY” – PONS [LANCIA DELTA INT. 16V] VINCONO IL 34° SANREMO RALLY STORICO

Rally bagnato, giocato sulla scelta degli penumatici, premia il vicentino davanti a Lucio Da Zanche (Porsche 911 SC) per 4.7’’. Terzo ancora Davide Negri (Porsche 911 RS) primo nel 2° Raggruppamento
Sanremo, 13 aprile 2019 – “Lucky” e Fabrizia Pons sulla Lancia Delta Integrale 16v vincono il 34° Sanremo Rallye Storico, secondo appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche. É stato un rally emozionante e combattuto fino agli ultimi chilometri cronometrati, reso ancor più spettacolare dalla pioggia, deciso per questione di secondi. Dopo 472,98 km di corsa gli applausi sono tutti per il campione in carica vicentino di 4° raggruppamento, che ha comandato dallo start all’arrivo piazzando 7 scratch totali, tre consecutivi nella fase calda. Risultati che hanno riportato “Lucky” sul gradino più alto di Sanremo, un bis dopo la vittoria del 2017. Ma il confronto con gli altri big del CIRAS è stato tutt’altro che scontato, perché il successo stava per sfuggirgli nuovamente dalle mani. Ci va davvero vicino Lucio Da Zanche, rientrante in campionato insieme a Daniele De Luis e già competitivo nonostante le difficoltà di assetto e feeling sulla nuova Porsche 911 SC Gruppo B. Il valtellinese all’arrivo è secondo, ma ha rincorso fino all’ultimo tornante, recuperando ben 23.3’’ alla penultima prova, sfiorando all’ultimo la clamorosa rimonta per 4.7’’. Il Sanremo Rally Storico inverte quindi il podio del 2018: stavolta è “Lucky” davanti a Da Zanche. Stesso piazzamento dell’ultima edizione invece per il biellese Davide Negri, con Roberto Coppa, che trova nuovamente il terzo gradino del podio e la vittoria di 2° Raggruppamento sulla 911 RS. Dietro di lui il rivale Marco Bertinotti, affiancato da Andrea Rondi, che si accontenta del quarto assoluto e secondo di raggruppamento. Decisiva per l’altro biellese con la 911 SRS una toccata sulla “Colle d’Oggia” che gli ha fatto perdere circa 1’. Completa una prestazione sempre in crescendo il giovane siciliano Angelo Lombardo, sugli scudi nella serata di ieri sulla “San Romolo”, che conquista il successo di 3° raggruppamento grazie al quinto posto assoluto sulla 911 SC. Subito dietro buona prova anche per “Zippo”, che mette da parte i problemi della prima giornata chiudendo sesto assoluto e secondo di 3° Raggruppamento sulla Audi Quattro.

Tra i big è andato k.o. all’inizio della seconda giornata il siciliano Totò Riolo, in lotta per il vertice nonostante poca fortuna con la scelta degli pneumatici. Il driver di Cerda è stato protagonista di un dritto sulla PS7 “Testico, con conseguente rottura del radiatore della Subaru Legacy, che lo ha costretto al ritiro. Stessa sorte per il piacentino Elia Bossalini, fuori dai giochi alla PS6 “Testico” per problemi elettrici e in costante lotta con l’assetto sulla Porsche 911 SCRS.

Week end magico per la leggenda del Rallye Sanremo Tony Fassina. Il vincitore della gara valida per il Mondiale nel 1979 porta a termine la sua missione 40 anni più tardi, tagliando nuovamente il traguardo nella “Città dei Fiori” ancora sulla storica e affascinante Lancia Stratos. Per lui il settimo posto e il podio di 2° Raggruppamento, dopo anni di inattività, suonano come un nuovo successo.

Tra i migliori del 3° Raggruppamento c’è il biellese Roberto Rimoldi sulla Porsche SC 3000, che si piazza davanti allo scaligero Nicola Patuzzo al volante di Toyota Celica GT Four, mentre completa la top ten assoluta il novarese Dino Vicario sulla Ford Escort MKII, il migliore tra le Gruppo 2.

Un duello avvincente anche per quanto riguarda il 1° Raggruppamento. A vincere è il varesino Marco Dell’Acqua, in testa per gran parte della gara sulla 911 S che vola verso il successo dopo un confronto serrato con Alberto Parisi, sfortunato nel finale per la rottura del cambio alla sua 911 S sulla PS9.

Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche si muoverà ora verso il III round nel Targa Florio Historic Rally previsto per l’11 e 12 maggio.

CLASSIFICA FINALE : 1.’Lucky’ – Pons,F. (LANCIA DELTA INT. 16V) in 1:43’24.1; 2.Da Zanche,L. – De Luis,D. (PORSCHE 911 SC) a 4.7; 3.Negri,D. – Coppa,R. (PORSCHE 911 RS) a 3’25.7; 4.Bertinotti,M. – Rondi,A. (PORSCHE 911 SRS) a 4’46.1; 5.Lombardo,A. – Livecchi,G. (PORSCHE 911 SC) a 5’02.9; 6.’Zippo’ – Arena,N. (AUDI QUATTRO) a 6’52.8; 7.Fassina,T. – Verdelli,M. (LANCIA STRATOS) a 6’53.1; 8.Rimoldi,R. – Consiglio,R. (PORSCHE SC 3000) a 7’22.5; 9.Patuzzo,N. – Martini,A. (TOYOTA CELICA GTFOUR) a 9’18.9; 10.Vicario,D. – Frasson,M. (FORD ESCORT RS) a 10’10.6.

VINCITORI DI RAGGRUPPAMENTO: 4° Raggr. | ‘Lucky’ – Pons,F. (LANCIA DELTA INT. 16V); 3° Raggr. | Lombardo,A. – Livecchi,G. (PORSCHE 911 SC); 2° Raggr. Negri,D. – Coppa,R. (PORSCHE 911 RS); 1° Raggr. Dell’Acqua-Galli (PORSCHE 911 S);

Addetto stampa – Redazione centrale

Daniele De Bonis

6° RALLY 2 LAGHI: UN PIENO DI ISCRITTI ED EMOZIONI

Sono 96 gli iscritti e 94 i verificati alla gara piemontese che domattina prenderà il via da Domodossola. Venerdì sera suggestivo spettacolo di beneficienza con l’associazione AFF Down al teatro Galletti.

Domodossola – In un fine settimana in cui si svolgono ben sette rally, il 2 Laghi mette la freccia e supera tutti ponendo la propria bandierina sul numero 96, significativa nonché ragguardevole cifra di iscritti raggiunta.

La radicata tradizione dei motori, la scelta di strade affascinanti quali la celebre Montecrestese, la storica Antrona o l’innovativa San Domenico e una particolare cura dei dettagli da parte della scuderia New Turbomark sono i motivi principali dell’ennesimo successo che si legge appunto, nella quota di adesioni ricevute.

Tutti a caccia di Caffoni- È Davide Caffoni il pilota favorito: capace di vincere ben tre edizioni su cinque disputate (2014, 2015 e 2018), il driver di Domodossola partirà con il numero 1 sulla Renault Clio S1600 del team Balbosca insieme a Max Minazzi: reduce dal Montecarlo, Caffoni è uno dei pochi a non temere la tanto annunciata neve. Non sarà comunque un pronostico facile perché gli avversari pronti allo sgambetto non mancano: i fratelli Massimo e Fabrizio Margaroli (rispettivamente con Cerutti e Dresti) si presenteranno con Clio dell’Erreffe, i valtellinesi Marco Gianesini-Mirko Franzi su Clio della Top Rally, il domese Marco Laurini con Grossi su identica vettura della Twister. In un piatto di per sé già ricco, si annotano anche equipaggi provenienti da altre classi pronti a dire la loro: non si può sottovalutare il duo lariano Vittalini-Chiacchella (Citroen DS3 R3T Wita Team) già a podio nel 2016, né il vercellese Quaderno-Zanolo (Clio R3C PRT) o il novarese Tondina-Cecchetto (Clio R3 Valsesia).

A seguito delle verifiche pre gara sono solo due gli equipaggi che non si presenteranno: mancheranno i numeri 55 Zappettini-Figari e l’81 Sucato-Canonici.

Serata benefica – Venerdì sera, presso il teatro Galletti di Domodossola, la New Turbomark ha organizzato una serata benefica che ha richiamato non solo rallysti ma anche appassionati e curiosi. Ad esibirsi sono stati dapprima i ragazzi dell’associazione AFF Down di Verbania seguiti dal comico di Radio 105 ed R101 Sergio Sironi e dal trio musicale Are & Be. Grazie all’apporto di Banca Fideuram, Musicland e Trofeo A5, a conclusione della serata sono stati devoluti proprio all’Associazione AFF Down 500€.

www.rally2laghi.it

Addetto stampa Luca Del Vitto

Older posts Newer posts

© 2019 RallyRace.it

Theme by Anders NorenUp ↑