Category: Articoli (page 1 of 1074)

CAPORALE-FERRARI IN GARA ALL’ISOLA D’ELBA

L’equipaggio Biella Corse prende parte al Rally Storico dell’Isola d’Elba Domenica scorsa ottimo “Valle Imagna” per il navigatore della Scuderia Luca Pieri
Pochissime le gare in programma questo fine settimana, vista la concomitanza con le elezioni nazionali. Non ci sono rally per vetture moderne, si corre invece la trentaquattresima edizione del Rally dell’Isola d’Elba, prova valida per l’European Historic Rally Championship FIA e per il Campionato Italiano Auto Storiche ACI Sport.

Rally Elba Storico
In gara ci sarà anche un equipaggio Biella Corse, composto da Ermanno Caporale e Paola Ferrari, in gara con una Opel Kadett GSI 16 V (gruppo J2/A, classe 2000). “Ho corso l’Elba parecchie volte ed è una bellissima gara” ha commentato il pilota; “quest’anno lo farò con la Kadett perché la Fulvia è ferma, col motore aperto, dopo la rottura subita al Rally Lana. Vedremo come andrà … io sono fiducioso!” Ermanno Caporale e Paola Ferrari, per la prima volta in gara insieme, partiranno con il numero 129 sulle portiere della loro vettura.
La gara prenderà il via da Capoliveri alle 21,10 di venerdì 22 settembre per affrontare, in notturna, la prima prova, “Capoliveri” (di 7,24 chilometri).
Il giorno successivo, sabato 23, si riprenderà a correre dalle 8,40 e verranno affrontate le rimanenti quattro prove della prima tappa e cioè “Monumento” (di 12,52 chilometri), “Colle Palombaia” (di 16,31 chilometri), nuovamente la “Monumento” e infine la “Due Mari” (di 22,34 chilometri).
La seconda e ultima tappa si correrà invece nella giornata di domenica 24. I concorrenti affronteranno altre cinque prove ricavate da due passaggi sul tracciato “Innamorata” (di 6,63 chilometri) e due sul “Volterraio Cavo” (di 26,94 chilometri), diviso però in due (Volterraio e Bagnaio-Cavo) la seconda volta. In totale gli equipaggi percorreranno 326,86 chilometri di cui 135,25 di prove cronometrate.

Rally Valle Imagna
La settimana scorsa (sabato 17 e domenica 18 settembre) a Sant’Omobono Terme, in provincia di Bergamo, il navigatore Biella Corse Luca Pieri ha partecipato al 2° Rally Valle Imagna, a fianco del pilota Simone Fumagalli. Ottimo il risultato ottenuto con la loro Renault Clio (gruppo RC3N, classe S1600) della Top Rally; hanno infatti terminato la gara al 14° posto assoluto, primi di gruppo e della classe Super 1600.

Biella Classic
Un equipaggio Biella Corse ha preso parte, sabato 17 settembre a Biella, alla sesta edizione della Regolarità Turistica “Biella Classic”. Paolo Tonanzi e Romualdo Faccio hanno gareggiato con una Opel Kadett GT/E, preparata dal Team Binati di Valdengo. Hanno chiuso al 47° posto, settimi nella classifica del 7° raggruppamento.Per l’occasione ha partecipato all’evento anche il Presidente Biella Corse, Alby Negri, al via del 5° Biella Legend (raduno non competitivo riservato a vetture Porsche) in coppia con Roberta Baiocato sulla sua Porsche 911 Carreradel 1980.

Massimo Gioggia (Comunicazione e Promozione) per Biella Corse
(tel. 329 6977727 – fax 015 8970328 – massimo.gioggia@outlook.com)

luca-pieri-2022-01-big

Alby-Negri-10-big

M33 accende i riflettori sul Rally del Lazio Cassino-Pico 2022 in programma il 4-5 novembre

22.09.2022 – Quando mancano poco più di due mesi, M33 accende i riflettori sul Rally del Lazio Cassino-Pico 2022, Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia in programma il 4-5 novembre.

La manifestazione promossa come epilogo della Coppa Rally di Zona,in collaborazione con la Regionale Lazio, i Comuni di Cassino e di Pico e l’Automobile Club Frosinone, dopo l’ottima edizione 2021 prosegue un percorso di rilancio che ha unito tre importanti manifestazioni laziali, il Rally Lirenas, il Rally Città di Cassino e il Rally di Pico, elevandoli ad un unico evento di ampio respiro che nel giro di un anno è ora pronto a salire su di un palcoscenico molto importante.

La Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia è di fatto l’ultima competizione nazionale titolata della stagione in corso. I tre migliori piazzati delle 9 Zone, oltre ai vincitori delle singole classi e categorie, hanno la possibilità di aggiudicarsi la Coppa Italia nella gara unica finale che, per questa stagione 2022, sarà per l’appunto il Rally del Lazio Cassino-Pico. Ad aggiungere pathos al rally anche la corsa delle Squadre Regionali: su indicazione delle singole Delegazioni regionali ACI Sport, un massimo di 5 dei qualificati di ogni regione sarà chiamato a rappresentare il proprio territorio.

L’evento, dato l’alto numero di partecipanti previsto, ha rivisto e migliorato i suoi connotati rispetto all’edizione 2021 con un disegno logistico accattivante e un percorso che promette grande spettacolo. La gara non è ancora stata svelata completamente, ma due saranno le tappe, venerdì 4 e sabato 5 novembre, con un disegno che includerà anche una prova in notturna a chiusura della prima frazione.

Da un punto di vista sportivo Pico rappresenterà uno dei centri nevralgici, data la storicità sportiva di questa località che da sempre riveste un ruolo centrale nella tradizione motoristica laziale. L’amministrazione comunale ha lavorato fianco a fianco con M33 per disegnare la manifestazione in modo da promuovere il territorio picano.

Cassino sarà invece il centro direzionale della gara con la Direzione di Gara, Sala Stampa, il Parco Assistenza e le cerimonie di partenza e arrivo, questa volta nel centro del paese, con un colpo d’occhio decisamente diverso rispetto all’edizione 2021 ristretta per i decreti anti Covid.

Il percorso avrà uno sviluppo complessivo di oltre 460 chilometri con quasi 85 chilometri di prove speciali. Il tratto cronometrato più lungo misurerà 14.65 chilometri e sarà disputato anche in notturna, tutte le prove avranno uno sviluppo sopra i 10 chilometri eccezione fatta per la speciale spettacolo di 2.85 chilometri che caratterizzerà la parte centrale della prima giornata.

“È una grande responsabilità per M33 e per tutto lo staff di lavoro la possibilità di organizzare la Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia – ha commentato un soddisfatto Max Rendina. – Il Rally del Lazio raccoglie un testimone importante nella tradizione motoristica laziale e portare qui una manifestazione di livello nazionale è una grande soddisfazione. Da subito un grazie alla Regionale Lazio, ai Comuni di Cassino e Pico e all’Automobile Club di Frosinone al nostro fianco insieme ai partners che ci sostengono per questa edizione, e ovviamente ad ACI Sport che ci ha dato la possibilità di organizzare una gara così importante nel Lazio. Appuntamento al 4-5 novembre”.

Informazioni e dettagli saranno presto disponibili su www.rallylazio.it
Rally del Lazio Cassino-Pico 2022 | Press Office
Matteo Bellamoli
+39 3491505088 | press@rallylazio.it

Il 41° Rally Trofeo Villa d’Este ACI Como cala il poker d’assi Da mercoledì 21 settembre 2022 sono aperte le iscrizioni

COMO, 22 settembre 2022 – Il primo atto è pronto ad andare in scena e suscitare vivo interesse. Si sono aperte le iscrizioni al 41° Rally Trofeo Villa d’Este ACI Como, ultima e decisiva prova del Campionato Italiano Rally Asfalto, di scena venerdì 21 e sabato 22 ottobre 2022.

L’edizione di quest’anno vede il ritorno di Villa d’Este come Official Race Sponsor e in seguito al lavoro di tessitura dei rapporti tra organizzatori, istituzioni, Enti locali e Forze dell’ordine ogni elemento rilevante è stato delineato, come pure programma ed itinerari di una gara che ad ogni edizione suscita grande interesse tra gli appassionati ed attrae migliaia di persone nel territorio comasco.

Quattro gli elementi di eccellenza che qui vogliamo evidenziare: 1. percorso e prove speciali con inedito shakedown; 2. Forte sconto della quota d’iscrizione per molte classi; 3. Trofeo Villa d’Este e la contesa tra i Comuni; 4. Trofeo monomarca Toyota, rally storico e regolarità sport e memorial in palio.

PROVE SPECIALI E NUOVO SHAKEDOWN – Se quattro sono i caposaldi di eccellenza di questa edizione, anche lo scenario di gara è costituito da un poker d’assi: le prove speciali sono quattro, tre delle quali da ripetere, per un totale di 102,77 km tra Triangolo Lariano, Valle Intelvi e Val Cavargna, itinerario su asfalto di 444 km. Le ostilità si aprono venerdì 21 ottobre – dopo la partenza dal salotto comasco di Piazza Cavour – con il ritorno della prova Bellagio-Pian Rancio (11,45 km) percorrendo per due volte la Sormano-Zelbio-Nesso (km.15) inframezzata dal riordino e parco assistenza al Driver di Como. Sabato 22 ottobre si riprende con due tratti (Alpe Grande km 8,860 e Val Cavargna km 21,800) da ripetere due volte con arrivo e premiazione sul palco di Piazza Cavour a Como. Tra gli elementi di novità dell’edizione ‘22 lo shakedown: si tratta del test pre gara che sostengono equipaggi e auto che si svolge venerdì mattina lungo una strada che coinvolge i Comuni di Colverde, Villa Guardia, Lurate Caccivio, Olgiate Comasco.

FORTE RIDUZIONE DEL COSTO D’ISCRIZIONE – Dopo il successo suscitato l’anno scorso, Automobile Club Como ha deciso di confermare i forti sconti per la tassa d’iscrizione, riduzione dal 20 al 30 per cento del costo di adesione alla gara che riguarda molte classi nelle quali sono inserite le automobili al via. Tutto ciò viene attuato per favorire la partecipazione del maggior numero di equipaggi.

A VILLA D’ESTE IL SORTEGGIO DEI COMUNI – Uno dei punti d’eccellenza è da sempre la sintonia tra ACI Como e gli Enti locali interessati all’evento, sinergia che porta a scelte condivise, tra itinerari ed orari di percorrenza. Per vivacizzare il rapporto da anni è stata varata la contesa tra i Comuni che, da questa edizione, assume una nuova formula: il Trofeo Villa d’Este sarà messo in palio dalla prestigiosa società alberghiera come premio speciale assegnato al Comune abbinato all’equipaggio vincitore del rally.

L’abbinamento a sorteggio avverrà nel corso della Conferenza stampa al Gran Hotel Villa d’Este di Cernobbio, fissata martedì 11 ottobre, ore 11.

MONOMARCA TOYOTA, RALLY STORICO, REGOLARITA’ SPORT E MEMORIAL – La lotta per la vittoria riguarda alcuni piloti che sono in lizza per aggiudicarsi titoli italiani rally asfalto assoluto e di classe. E la validità per il Trofeo Toyota GR Yaris Rally Cup 2022 è un ulteriore punto d’eccellenza. E’ grande l’attesa anche per il 5° Rally Storico Aci Como e per l’esordio del Trofeo Regolarità Sport Aci Como, entrambe competizioni che seguono il rally maggiore. Sono tre i premi d’onore in palio, nel ricordo di personaggi scomparsi molto noti nell’ambiente rally: si tratta di Paolo Brenna, Cristian Bianchi ed Enrico Manzoni.

Aci Como: tel. 031-573.433 – aciservizi@acicomo.it – rallydicomo.com – Uff.Stampa rally: Studio G.Macchi 335-666840

Il 7° Rally Colline Metallifere e Val di Cornia è pronto: da oggi iscrizioni aperte

Lo scambio di data con il “fratello maggiore” Trofeo Maremma, svolto in primavera, vede la gara tornare con soddisfazione a Piombino, di nuovo fulcro dell’evento dopo i due anni trascorsi con le difficoltà dell’emergenza sanitaria.
Un percorso di alto livello in ampia parte rivisto, la conferma delle auto storiche che avranno l’appuntamento finale del Trofeo di 3^ zona (partendo quindi per prime), saranno i caratteri forti dell’evento organizzato dalla MaremmaCorse 2.0.
Riconfermato il Memorial Leonardo Tucci, giunto alla quinta edizione.

Piombino (Livorno), 22 settembre 2022 – Tutto già pronto, per il 7° Rally delle Colline Metallifere e della Val di Cornia, in programma per il 22 e 23 ottobre, in una collocazione temporale diversa dal consueto, avendo scambiato la propria data con il “fratello maggiore”, il Trofeo Maremma, svoltosi in primavera. Da oggi, sino al 12 ottobre sono aperte le iscrizioni, si entra dunque nel vivo, la competizione organizzata da MaremmaCorse 2.0.

Per il quinto anno la gara farà base a Piombino, dove è stata trovata di nuovo ampia accoglienza sia dall’Amministrazione Comunale come pure dagli operatori economici, avendola appunto interpretata come ottimo veicolo per l’immagine della città e del suo hinterland ed evidentemente come volano per l’indotto turistico-ricettivo. Si torna in centro della città portuale, come partenza ed arrivo, in Corso Italia ed il percorso, ricavato dal recente passato e dalla storia del rallismo toscano e nazionale, verte su otto prove speciali in totale, una sfida che si avrà in due giorni.

Sport e promozione del territorio le fondamenta dell’organizzazione nel pensare la gara, che quest’anno conferma la presenza delle vetture storiche, il 2° Valdicornia Historic Rally, che sarà la prova finale del Trofeo Rally di 3^ Zona (TRZ), per cui proprio proprio esse apriranno le partenze del rally.

IL PROGRAMMA

Al sabato, 22 ottobre, dopo la partenza, alle ore 19,01, si disputeranno due prove speciali in notturna, con il fascino dei fasci di luce che tagliano l’oscurità. Vi sarà la sfida di “Campiglia”, un aperitivo di 4,750 Km. e successivamente l’attenzione si sposterà sulla “Super Prova Speciale” di Piombino, sulla strada che conduce al porto, dove lo spettacolo la farà da padrone in un tracciato di 1,600 Km, breve ma insidioso.

Dopo le prime schermaglie i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno sempre in Corso Italia, per uscirne l’indomani, domenica 23 per affrontare la restante parte del rally. Attenderà i concorrenti un ambo di prove da ripetere tre volte, strade che appartengono alla storia del rallismo nazionale, come “Sassetta” (Km. 11,400, la più lunga) e “Monteverdi” (Km. 6,930). La prima, definita “l’Università della curva”, verrà fatta percorrere in senso contrario allo scorso anno, quindi ma Suvereto verso Sassetta ed anche l’altra sarà al contrario e dal passaggio dentro il paese impiegherà poi un tratto mai fatto se non in occasione di altre gare nel passato. Seguirà l’arrivo, dalle ore 17,31, con premiazione sul palco, certamente abbracciati dal pubblico delle grandi occasioni, in centro città a Piombino.

In centro a Venturina saranno organizzati i riordinamenti del sabato tra le due prove da disputare ed alla domenica, mentre il Parco di Assistenza sarà nel parcheggio di Cala Moresca sede anche del quartier generale della gara.

I comuni coinvolti al fianco dell’organizzazione, oltre a Piombino, sono quelli dell’intera area della Val di Cornia: Campiglia Marittima, Monteverdi, Sassetta e Suvereto.

IL “MEMORIAL LEONARDO TUCCI”

La gara sarà di nuovo intitolata a Leonardo Tucci, il driver originario della bassa provincia livornese, prematuramente scomparso nel 2012, uno sportivo di alto livello e carisma, il cui ricordo è ancor oggi molto forte. Sarà la quarta edizione del “memorial” a lui dedicato.

L’edizione del 2021 vide la vittoria dei biellesi Pinzano-Zegna, su una Skoda Fabia R5, davanti agli svizzeri Burri-Cler (VolksWagen Polo R5) e terzi Arzà-Castiglioni, con una Citroen C3 R5.

#Rally #RallyCollineMetallifere2022 #Valdicornia #CollineMetallifere #Piombino #CampigliaMarittima #Monteverdi #Sassetta #Suvereto

www.maremmacorse.com.

UFFICIO STAMPA
Alessandro Bugelli
Giornalista
Iscrizione Ordine Nazionale dei Giornalisti 110772
MGT COMUNICAZIONE

LAURENCICH GIOCA IN CASA AL NOVA GORICA

Il portacolori di Xmotors Team si prepara ad affrontare l’appuntamento di fronte al pubblico amico, puntando ad essere protagonista per i quartieri nobili.

Maser (TV), 21 Settembre 2022 – Ancora qualche giorno di sofferenza e per Federico Laurencich arriverà il momento più atteso della stagione, quello di vivere la sua gara di casa.

Dal 22 al 25 di Settembre andrà in scena il decennale del Rally Nova Gorica, appuntamento valevole per la Mitropa Rally Cup, per lo Slovenian Rally Championship e per altre serie annesse che contribuiranno a creare un parco partenti di prim’ordine, tra moderno e storico.

Una partecipazione molto sentita per il portacolori di Xmotors Team, il quale giocherà in casa assieme ad Alberto Mlakar, al via con una Skoda Fabia Rally 2 Evo di P.A. Racing.

“Diciamo che non abbiamo obiettivi” – racconta Laurencich – “e che corriamo soltanto per divertirci, trattandosi della nostra gara di casa, ma è altrettanto vero che, in questi casi, la voglia di far bene aumenta tanto quanto la pressione per il correre di fronte al tuo pubblico. Ci saranno al via avversari molto forti ma cercheremo di dire la nostra, come sempre del resto.”

Un Nova Gorica che vedrà Laurencich pronto a timbrare il sesto cartellino di presenza, puntando a cancellare in fretta il ritiro della passata edizione e ripartendo dai tre podi assoluti firmati nel 2017, 2015 e nel 2012, due dei quali ottenuti al volante di una Renault Clio R3.

“Non abbiamo vie di mezzo qui” – sottolinea Laurencich – “ed in cinque edizioni siamo arrivati tre volte a podio assoluto mentre nelle altre due non abbiamo visto il traguardo. Nascondersi dietro ad un dito non serve e sappiamo di avere le carte in regola per poter fare bene. Il sogno resta sempre quello di vincere la gara di casa, lo è per tutti i piloti, quindi ci proveremo.”

Tre le giornate di gara previste, a partire dall’aperitivo di Venerdì 23 Settembre con la disputa della “Superspecial” (3,00 km), da affrontare alla luce delle fanalerie supplementari.

Otto i tratti cronometrati in programma al Sabato seguente, partendo una doppia ripetizione di “Nozno” (11,80 km) e di “Morsko” (10,30 km), spostandosi poi verso la successiva sequenza che comprende “Ročinj” (14,90 km) e “Kromberk Gen” (4,80 km), sulle due tornate previste.

La sfida proseguirà con un’intensa Domenica, articolata su tre impegni da ripetere due volte.

Si scatterà da “Banjšice” (10,62 km), facendo poi rotta verso “Ravnica Gen” (4,80 km) per poi proseguire in direzione “Řenče” (17,17 km), completando un percorso a dir poco avvincente.

“Abbiamo un pacchetto tecnico che conosciamo molto bene” – conclude Laurencich – “e possiamo dire altrettanto di un percorso che, avendo già corso qui svariate volte, ci rende già chiara l’idea di che cosa ci troveremo davanti. Si tratta di una gara lunga, parliamo di quindici prove speciali suddivise in tre giorni, quindi sarà importante avere un passo elevato, per competere per le posizioni di vertice, ma anche fare della costanza una delle nostre caratteristiche. Speriamo che il meteo sia clemente e che non ci faccia strani scherzetti.”

Older posts

© 2022 RallyRace.it

Theme by Anders NorenUp ↑