Category: Articoli (page 1 of 904)

Paolo Andreucci e Francesco Pinelli all’attacco del Rally Adriatico

Paolo Andreucci: “Torniamo su terra da leader del campionato. Lavoreremo per difendere la nostra posizione, nonostante partiremo con il numero uno sulle portiere.”

Ritorno su terra per Paolo Andreucci al Rally Adriatico, per difendere la leadership in classifica. Dopo la sentenza d’appello post San Marino Rally, il pilota garfagnino si presenta a Cingoli, con i colori della Scuderia Peletto Racing Team, affiancato da Francesco Pinelli, da leader della classifica assoluta del Campionato Italiano Rally Terra, grazie alla vittoria al rally Valtiberina e al terzo posto conquistato proprio al San Marino Rally a bordo della Citroën C3 R5, gestita dal Team PRT di Daniele Pellegrineschi.

“La sentenza di appello ci ha restituito il terzo posto assoluto al Rally di San Marino e con esso la leadership in campionato – ha commentato il pluricampione italiano rally Paolo Andreucci-. Questo comporta anche il numero uno sulle portiere e quindi anche al Rally Adriatico saremo i primi a partire ed a pulire le strade. Stando alle previsioni meteo, anche in questa gara, così come accaduto per la Targa Florio, il tempo potrebbe fare la differenza. Per lo shakedown del sabato, ci potrebbe essere il sole, o comunque potremmo trovare asciutto, mentre per il giorno di gara, le previsioni attualmente portano pioggia. Capiremo meglio nelle prossime ore che strategia adottare, anche in questa circostanza, la scelta delle gomme sarà fondamentale, ma sono certo che riusciremo a trovare il giusto compromesso con le nostre Pirelli.”

“I giorni di stop per l’appello ci hanno privato della vettura e di noleggi che avevamo già programmato -ha commentato il patron del Team PRT Daniele Pellegrineschi-, ma con orgoglio abbiamo dimostrato la nostra totale innocenza e buonafede. Siamo un team giovane, ma ci teniamo a far le cose per bene ed il fatto che Paolo ci abbia scelto per la sua stagione su terra ci riempie di orgoglio, ma anche di attenzione. Paolo è un pilota molto esigente e si vede che ragiona da professionista, anche per come gestisce il set up della vettura. Con lui stiamo crescendo e siamo sempre pronti ad accogliere le sue richieste. Adesso, puntiamo all’Adriatico, avremo schierato anche un secondo equipaggio a bordo della nostra Peugeot 208 R2B, siamo certi che faranno bene e riusciranno ad esprimersi al meglio come sempre.”

“Al San Marino non siamo riusciti a gioire a pieno – ha dichiarato il navigatore Francesco Pinelli-, dopo la gioia del podio, ci siamo visti rovinare la festa. Siamo qui anche per rifarci dei “mancati festeggiamenti” e per continuare l’ottimo lavoro fatto un mese fa. Nonostante qualche piccolo problemino in gara di set up, il mio debutto al fianco di Paolo è stato molto positivo e da subito abbiamo trovato un buon feeling. Da domani torniamo in macchina, consapevoli che nello shakedown ci sarà da lavorare per la corretta messa a punto della nostra vettura.”

Il programma di gara prevede le ricognizioni con vettura stradale da domani, sabato 26 settembre, con a seguire lo shakedown che vedrà impegnati gli equipaggi con la vettura da gara a partire dalle 13:00. Domenica la partenza del Rally Adriatico da Cingoli, che quest’anno sarà anche la location del Parco Assistenza. A seguito delle norme di contenimento Covid 19, purtroppo il rally è stato dichiarato, così come le altre manifestazioni sportive, a porte chiuse.

dott. Giuseppe Di Gesù

NUOVA AVVENTURA PER MOVISPORT: MELEGARI PORTA AL DEBUTTO LA ALPINE A110 RGT NELL’EURORALLY

A partire dalla gara in Portogallo ai primi di ottobre, il pilota reggiano torna nella categoria GT,

che fa parte della serie continentale ERC-2, della cui classifica è tuttora leader.

Non del tutto scartata la strada Subaru, che potrebbe essere riutilizzata nel finale stagionale.

Reggio Emilia, 24 settembre 2020

Un nuovo stimolo, per Movisport, legato alla corsa del Campionato Europeo Rally. La compagine reggiana annuncia che Zelindo Melegari, in coppia con Corrado Bonato, dal prossimo Rally Fafe Montelongo, in Portogallo dal 2 al 4 ottobre, salirà sulla nuova Alpine A110 RGT, esemplare preparato dalla francese Chazel Technologie Course, accreditato di una potenza di circa 330 cavalli.

Zelindo Melegari, attuale leader della classifica ERC2, nella cui categoria in cui rientrano anche le RGT, ha testato nelle scorse settimane la vettura per circa trenta chilometri, rimanendone estremamente impressionato in positivi, così da decide di provare la nuova esperienza e cercare di incrementare la propria posizione al comando della classifica.

La decisione di Melegari è scaturita soprattutto dal fatto di aver visto rivoluzionato il calendario del Campionato Europeo, dove adesso tutte le competizioni sono su asfalto e la Alpine potrebbe essere la vettura giusta per cercare la nuova impresa.

“Avevamo programmato la stagione con la Subaru – commenta Melegari – perché ritenuta il miglior compromesso per sostenere le gare sterrate, data la sua robustezza ed affidabilità, ma con la pandemia il calendario è stato rivoluzionato ed è adesso tutto asfalto. Ci è capitata questa occasione della Alpine, che porteremo al debutto nella serie continentale, e ne vogliamo approfittare. La vettura l’ho provata per circa trenta chilometri, mi è parsa molto più facile da gestire che non la 124 Abarth con cui ho corso lo scorso anno, più sincera e “docile”. Vedremo in gara se le sensazioni avute sono giuste, di certo l’avventura ci stimola molto. Facciamo questa gara di Fafe quindi le Canarie poi faremo il punto della situazione. Non escludiamo comunque di tornare anche sulla Impreza a seconda delle gare che andremo ad affrontare e del loro fondo”.

Movisport evidenzia anche una interessante particolarità, legata alla “prima” europea della Alpine RGT: il debutto nel Campionato Europeo della vettura transalpina avviene esattamente a cinquant’anni di distanza dalla vittoria del titolo continentale 1970 della quasi omonima Alpine A110 da 1600 allora portata in gara dal celebre Jean-Claude Andruet.

Nella foto: Melegari durante i test con la Alpine A110 RGT

UFFICIO STAMPA
Alessandro Bugelli

MENEGHETTI CI RIPROVA NEL BASSANO DEI RECORD

Nell’appuntamento valido per l’International Rally Cup il pilota di casa è alla ricerca del quarto successo, nell’intento di cancellare la sfortunata apparizione dello scorso anno.

Bassano del Grappa (VI), 22 Settembre 2020 – Il Rally Città di Bassano è un appuntamento sentito nell’intero panorama rallystico del Triveneto, uno di quelli ai quali non si può rinunciare.

Figuriamoci per un pilota di Bassano del Grappa, in un’edizione che presenta al via ben duecento concorrenti iscritti, centotrentaquattro nel moderno e sessantasei nello storico.

Se a questo aggiungiamo anche il desiderio di cancellare la sfortuna patita lo scorso anno, dopo aver infilato tre successi consecutivi sulle strade di casa, ecco che le motivazioni di Massimiliano Meneghetti, in vista dell’imminente appuntamento vicentino, non mancano.

Il portacolori della scuderia Rally Team, anch’essa di casa avendo base a Rosà, tornerà alla guida di una Renault Clio Super 1600, messa a disposizione dal team Top Rally e condivisa con Samantha De Colle, puntando a ripetere la vittoria siglata nell’edizione 2016.

“Questa edizione del Bassano sarà molto speciale per noi” – racconta Meneghetti – “perchè esattamente dieci anni fa avevamo ottenuto qui il quinto assoluto, su una Renault Clio Williams gruppo A. Sarà speciale perchè duecento concorrenti al via, dopo il lockdown, credo non se li aspettasse nessuno e perchè l’ultima volta che abbiamo corso con la Clio Super 1600, nel 2016, abbiamo vinto. Lo scorso anno arrivavamo da tre successi di fila ma, purtroppo, non è andata bene. Quest’anno ci riproviamo, sempre con Top Rally e sempre con Rally Team. Con Samantha il feeling in abitacolo è ad alti livelli quindi dobbiamo solo concentraci a spingere.”

L’appuntamento valido per l’International Rally Cup vedrà al via quindi un Meneghetti carico e concentrato, deciso a riprendere il discorso con quel poker mancato nella passata edizione quando, dopo la prima prova speciale, aveva già rifilato distacchi abissali ai diretti rivali.

Un’edizione, quella 2020 del Città di Bassano, che strizza l’occhio al passato, riproponendo una prima frazione di gara vera, articolata su due tornate sull’università del rally.

La “Valstagna” (12,80 km) sarà prevista con un duplice passaggio Venerdì 25 Settembre e con il secondo che vedrà i concorrenti sfidarsi in notturna, rievocando un passato epico e glorioso.

L’indomani, Sabato 26 Settembre, saranno due i tratti cronometrati teatro della sfida, da ripetere, a partire dall’inedita “San Luca” (14,65 km) e dalla classica “Cavalletto” (22,84 km).

A rendere il tutto ancora più incerto le condizioni meteo, con previsioni di pioggia costante.

“La Valstagna mi esalta da sempre” – aggiunge Meneghetti – “ed è una classicissima non solo del Bassano ma dei rally in generale. Non per niente la chiamano università del rally. Tanto bella quanto dura. La nuova prova, quella di San Luca, è molto bella, tecnica ed impegnativa mentre la Cavalletto richiede le palle, di quelle dure. Cercheremo di riprendere confidenza con questa vettura, il prima possibile, perchè ci piacerebbe poter dire la nostra anche tra le due ruote motrici. Prevedono pioggia, per tutto il fine settimana, quindi sarà determinante avere un ottimo feeling con la vettura. È naturale che il primo obiettivo è sempre arrivare alla fine. Grazie a tutti i nostri partners, per averci permesso di essere qui, ed alla nostra scuderia Rally Team.”

AL BASSANO DEI RECORD NON MANCA JTEAM

Il Mundialito Triveneto, gara di casa, vedrà al via Lovisetto, Pozza, Menegatti, i Tessaro, Enrico con Dal Ponte e Rudy con Follador, e Gambasin, al fianco di Toffano.

Bassano del Grappa (VI), 23 Settembre 2020 – Parterre de roi per il Rally Città di Bassano targato 2020, una degli eventi più gettonati dell’intero stivale che, per questa edizione, potrà fregiarsi di un altro record infranto, quota duecento, con centotrentaquattro vetture moderne e sessantasei storiche, al via di un fine settimana che si preannuncia a dir poco spettacolare.

Su di un palcoscenico così prestigioso non poteva mancare la compagine di casa, Jteam, pronta a schierare i suoi migliori pretendenti alle posizioni di vertice, assoluto e di classe.

Ad aprire la nutrita pattuglia rossonera ci penserà Enrico Tessaro, il quale tornerà ad affiancare un Andrea Dal Ponte che, reduce da un brillante Scorzè, tornerà alla guida della Skoda Fabia R5 e, sulle strade amiche del Bassano, punterà certamente a fare la voce grossa.

Numero quindici, sulle fiancate della Volkswagen Polo R5 di P.A. Racing e supportata da Monselice Corse, per Adriano Lovisetto, con Christian Cracco, che, dopo aver accarezzato la vittoria a Scorzè, tornerà alla guida della trazione integrale tedesca, nell’intento di migliorare il proprio score del 2019, archiviato con un onorevole settima piazza di R5 ed ottavo assoluto.

“Siamo pronti per questo Bassano” – racconta Lovisetto – “e torneremo alla guida della Polo R5 di P.A. Racing, che ringrazio assieme a Jteam, alla Monselice Corse ed a tutti i nostri partners. Il parco partenti è davvero di livello notevole e speriamo di poter essere in lotta per il vertice.”

A seguire, a ruota, il pilota di Bastia di Rovolon ci penserà Francesco Pozza, asiaghese doc, che si presenterà al via con una Skoda Fabia R5, condivisa con Marco Zortea alle note, iscritta dalla scuderia Hawk Racing Club e messa a disposizione dal team MS Munaretto.

“Grazie a tutti” – racconta Pozza – “a partire da Jteam, capitanato dal onnipresente Jack, ed a tutti i partners che ci permettono di essere al via di un evento così importante. Ci sarà sicuramente da divertirsi, le prove sono bellissime. Speriamo di ottenere un buon risultato.”

Rientrato dalla bella esperienza capitolina Paolo Menegatti, in coppia con Michele Ferrara, sarà ai nastri di partenza del Mundialito Triveneto con una Skoda Fabia R5 di P.A. Racing.

“Non ho mai avuto un buon feeling con il Bassano” – racconta Menegatti – “ma quel che è certo è che sappiamo di aver per le mani l’opportunità di lavorare bene perchè il 2021 si avvicina e ci vogliamo far trovare pronti. Ci saranno tanti avversari di alto valore, un ottimo banco di prova.”

L’appuntamento valido per l’International Rally Cup vedrà anche al via Matteo Gambasin, il quale tornerà ad affiancare Giovanni Toffano sulla Peugeot 207 Super 2000, battente bandiera Rally Team e gestita da MS Munaretto, seguito dal compagno di colori Rudy Tessaro che, per l’occasione, si siederà sul sedile di destra di Massimo Follador, su Peugeot 208 R2

SUSANNA MAZZETTI CI RIPROVA: SARA’ AL VIA DEL “CITTA’ DI PISTOIA”.

La rallista pratese, con al fianco Sara Baldacci, per smaltire la delusione sofferta con il ritiro del Ciocco di metà agosto ha deciso di essere al via questo fine settimana della terza prova della Coppa Rally di VI zona. La vettura sarà la Renault Clio Williams di MaremmaCorse.

02 settembre 2020

Un ritorno dopo un lungo stop di nove mesi, al Rally del Ciocco, coinciso con il ritiro per uscita di strada e la voglia di riscatto da attuare subito, nello specifico al 41° Rally Città di Pistoia questo fine settimana, terza prova della Coppa Rally di VI zona.

Ecco il programma di Susanna Mazzetti, che sarà al via della classica gara organizzata da Pistoia Corse con la Renault Clio Williams gr. A di MaremmaCorse, di nuovo affiancata da Sara Baldacci, per invertire la tendenza negativa di questo avvio stagionale del programma ideato insieme allo storico partner LUILOR ed alla scuderia Team Katori.

Al Ciocco l’avventura è durata poco, per Mazzetti e Baldacci, essendo uscite di strada in un punto molto “sporco” e disastrato della quinta prova speciale, vanificando quello che poteva essere un risultato importante. Voglia di riscatto, dunque, per l’equipaggio “rosa”, ritrovando peraltro la vettura compagna di tante soddisfazioni in una competizione con la quale c’è anche il classico conto “in sospeso”, visto il ritiro della passata edizione.

SUSANNA MAZZETTI: “Abbiamo deciso di partire a Pistoia per dimenticare ancora più velocemente la delusione del Ciocco. C’è poco altro da dire, la gara in lucchesia ha detto davvero male, siamo uscite di strada quasi da ferme in un punto estremamente sporco di ghiaia e terra, niente danni ma purtroppo non è stato possibile rimettere la vettura in strada. A Pistoia doppia voglia di riscatto sia per riprendere il ritmo di quest’anno e per riprenderci con gli interessi dalla delusione dell’anno scorso. E guardare avanti!”.

foto amicorally

UFFICIO STAMPA
Alessandro Bugelli

Older posts

© 2020 RallyRace.it

Theme by Anders NorenUp ↑