Category: Articoli (page 1 of 918)

Il Rally di Roma Capitale verso gli orizzonti 2021

14.01.2021 – Con l’inizio del nuovo anno, carico di aspettative per una ripartenza e per riscoprire nuovi momenti di libertà, Motorsport Italia sta intensificando il lavoro di pianificazione per il prossimo Rally di Roma Capitale, l’unico evento tricolore valido per il Campionato Europeo Rally FIA ERC e per il Campionato Italiano Rally in programma dal 23 al 25 luglio prossimi.

Lo staff di Max Rendina ha inaugurato la stagione incassando i complimenti da parte della FIA, Federazione Internazionale dell’Automobile, su come il Rally di Roma Capitale abbia saputo gestire nel 2020 un evento di così grande portata rispettando tutte le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria. Un lavoro che si è realizzato a partire da un foglio bianco, dato che l’edizione 2020 dell’evento capitolino è stata il primo rally titolato FIA dopo il lockdown, per questo definito #startoftherestart.

Il protocollo ideato e attuato nel corso dell’edizione scorsa, lo staff dedicato al controllo accessi ed ai punti triage sono diventati, dopo l’evento, un punto di riferimento per le competizioni di tutto il mondo.

Nonostante queste limitazioni, l’attenzione mediatica e la passione hanno circondato il Rally di Roma Capitale di un interesse particolarmente importante, con 150 media accreditati, oltre 8 milioni di spettatori sui canali TV Eurosport, ore di trasmissioni televisive in diretta, migliaia di articoli pubblicati, più di 7 milioni di persone raggiunte ed un ritorno di immagine a sette cifre.

“Guardando l’evolversi della situazione internazionale – ha commentato Max Rendina, – anche l’edizione 2021 molto probabilmente si svolgerà con alcune restrizioni, ma lavoriamo per farci trovare pronti ad ogni condizione, forti anche dell’esperienza dello scorso anno. La nostra concezione di evento rimane quella di sempre: per realizzare al meglio il Rally di Roma Capitale serve il coinvolgimento del pubblico e speriamo che così possa essere. Il grado di attrattività delle competizioni automobilistiche è ancora molto alto, permette di spaziare su tanti temi e di coinvolgere stakeholders che leggono in questo mondo e nei suoi appassionati un’importante opportunità di business”.

Aspetto promozionale e sportivo si uniranno in maniera imprescindibile anche per l’edizione 2021, in programma dal 23 al 25 luglio, con una logistica in parte rivista, nuove prove speciali, un percorso migliorato, iniziative collaterali di coinvolgimento e tanti contenuti che, già sulla carta, lasciano pregustare quello che vuole fortemente essere ricordato come il Rally di Roma Capitale della rinascita.

IL RALLY DEL CARNEVALE APRE LE ISCRIZIONI: “STIAVA”, “ORBICCIANO” E “PEDONA” LE SPECIALI CHE INAUGURERANNO LA STAGIONE RALLISTICA 2021

Tradizione e rinnovamento, nel format proposto da Automobile Club Lucca nell’edizione della “rinascita” della classica gara di apertura nazionale. Tre prove speciali da ripetersi per tre volte, dove vetture moderne e storiche saranno chiamate ad inaugurare la nuova stagione rallistica. Iscrizioni aperte dal 14 gennaio.

Lucca, 13 gennaio 2021 – Cinquantadue chilometri di agonismo e una vetrina esclusiva, quella offerta dalla Cittadella del Carnevale, a Viareggio, ad abbracciare le ambizioni dei partecipanti. Il 37° Rally del Carnevale ed il 1° Rally Storico del Carnevale sono pronti ad entrare nella loro fase più vivace, quella contraddistinta dall’apertura delle iscrizioni che anticiperà l’accensione dei motori, prevista nella giornata di venerdì 12 febbraio con l’ingresso dei team negli spazi adibiti a parco assistenza.

Tre, le prove speciali “disegnate” da Automobile Club Lucca in concerto con Laserprom 015 e Lucca Corse, proiettate nel primo fine settimana agonistico della specialità nazionale tenendo fede al bagaglio storico della manifestazione, giunta alla sua trentasettesima edizione. “Stiava”, “Orbicciano” e “Pedona”: questi i tratti cronometrati che coinvolgeranno gli interpreti del primo appuntamento rallistico italiano. Un palcoscenico, quello proposto dall’istituzione automobilistica provinciale, strutturato con il coinvolgimento dei comuni di Viareggio, Massarosa e Camaiore e con la collaborazione attiva della Fondazione Carnevale di Viareggio. Un connubio d’intenti che, grazie al format di gara previsto, garantirà alle strade della Versilia l’interesse degli interpreti della disciplina nazionale, richiamati dalla possibilità di inaugurare la stagione sportiva sui chilometri di una proposta di alto contenuto. Una manifestazione che – nel rispetto del protocollo nazionale previsto per il contenimento dell’emergenza Covid-19 – verrà effettuata a “porte chiuse”, non prevedendo quindi la presenza di pubblico nelle prove speciali.

ISCRIZIONI APERTE DA GIOVEDÌ 14 GENNAIO. Il 37° Rally del Carnevale ed il 1° Rally Storico del Carnevale apriranno le iscrizioni alle ore 12 di giovedì 14 gennaio, rivolgendo la propria proposta sia al panorama dedicato alle vetture moderne che a quello delle auto storiche. Una particolarità in grado di impreziosire ulteriormente un format pensato per assecondare le aspettative del motorsport nazionale. Tutte le informazioni sulla procedura di iscrizione sono pubblicate all’interno del sito www.rallydelcarnevale.it; www.aciluccasport.it. Le iscrizioni chiudono alle ore 24 di mercoledì 3 febbraio.

IL PROGRAMMA DI GARA:

SULLE STRADE DELLA VERSILIA LA PRIMA NOTTE DEL RALLISMO NAZIONALE. Sarà quella di venerdì 12 febbraio, la giornata che vedrà il territorio abbracciare i partecipanti alla gara, con le operazioni riservate ai team e le ricognizioni del percorso con vetture di serie. L’indomani, sabato 13 febbraio, previste le operazioni di verifica tecnica e la possibilità di prendere parte allo shakedown, il test con vetture da gara, in programma dalle ore 14 fino alle ore 18. Alle ore 22.01, dalla Cittadella del Carnevale di Viareggio – sede dedicata anche alle operazioni di parco assistenza – la partenza della prima vettura.

Saranno i chilometri di Stiava (5,46) ad inaugurare le evoluzioni della gara, con gli interpreti chiamati ad affrontare un primo giro di prove speciali che interesserà anche l’asfalto di Orbicciano (8,57 km) e quello di Pedona (3,39 km). Tre tratti chilometrati che i partecipanti al Rally del Carnevale affronteranno per tre volte, con l’arrivo finale in programma dalle ore 7.50 di domenica 14 febbraio.

Una programmazione condivisa da entrambi gli scenari proposti da Automobile Club Lucca, il 37° Rally del Carnevale ed il 1° Rally Storico del Carnevale, con la Cittadella del Carnevale testimone delle fasi previste in parco assistenza nonché di partenza ed arrivo della manifestazione, a conferma di un rinnovato legame tra sport motoristico e tradizione cittadina.

Nella foto (free copyright Thomas Simonelli): Gianandrea Pisani, nell’edizione 2016 del Rally del Carnevale che lo vide vincitore assoluto su Abarth 500.


Gabriele Michi
Ufficio Stampa

AD ALESSIO PELLEGRINI IL TITOLO COPILOTI DEL PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA

La classifica finale della serie, mandata in archivio sulle strade de Il Ciocchetto Event, assegna al copilota pistoiese la vittoria tra gli interpreti del “sedile destro”, andando ad affiancare il pilota Alessandro Bravi sul gradino più alto del podio assoluto.

Lucca, 12 gennaio 2020

E’ Alessio Pellegrini il vincitore, nella classifica dedicata ai copiloti, del Premio Rally Automobile Club Lucca. Un primato, quello conquistato dal codriver pistoiese che – sulle strade de Il Ciocchetto Event di fine dicembre – si è concretizzato sul gradino più alto del podio assoluto della serie andando ad affiancare Alessandro Bravi, già matematicamente campione tra i piloti ad una gara dalla conclusione della kermesse promossa dall’istituzione automobilistica lucchese.

Una classifica finale, quella dedicata ai primi conduttori, che ha elevato Alessio Lucchesi alle spalle del vincitore garfagnino. Al volante della Rover Mg ZR 105, Lucchesi ha confermato la bontà della sua programmazione stagionale conquistando un secondo posto di classe A5 sulle prove speciali proposte dall’ultima manche, all’interno della tenuta “Il Ciocco” di Castelvecchio Pascoli.

Chilometri che si sono rivelati decisivi nell’assegnazione della terza piazza, con Stefano Martinelli che – al volante della Suzuki Swift – ha concretizzato il sorpasso su Luciana Bandini, assente nell’appuntamento conclusivo ma vincitrice del titolo femminile tra i piloti.

La serie, giunta alla sua quindicesima edizione, ha confermato le peculiarità che l’hanno da sempre contraddistinta in ambito nazionale: grande incertezza in termini di classifica ed elevata competitività, elementi confermati dall’ultimo appuntamento in programma. Una vittoria, quella di Alessio Pellegrini tra i copiloti, maturata con un distacco minimo su Cinzia Maddaleni, costretta al ritiro, nella nona prova speciale, sulla Peugeot 106 di Alessandro Bravi ma assoluta protagonista nella classifica femminile navigatori. Un titolo “rosa” conquistato regolando l’inseguitrice Sabrina Cintolesi, terza a “Il Ciocchetto Event” su Renault Clio R3C. Sul podio finale della categoria, alle spalle di Alessio Pellegrini e Cinzia Maddaleni – seconda tra i copiloti – si è elevato in terza posizione Giuseppe Bernardi, a margine di un acceso confronto con Simone Marchi, “fuori dal podio” con il minimo scarto.

Nel confronto dedicato agli Under 25, a primeggiare tra i piloti è Christopher Lucchesi, protagonista di una stagione di “respiro” nazionale. Una situazione di classifica che, fin dalle prime fasi, ha visto contrapposto al driver di Bagni di Lucca un altro giovane esponente della provincia, Lorenzo Matteelli, con Tania Bernardi unica rappresentante della categoria Under 25 copiloti.

Grande, la soddisfazione espressa dal direttore di Automobile Club Lucca Luca Sangiorgio, a conclusione di una quindicesima edizione della serie contraddistinta da otto appuntamenti di elevato tasso tecnico: “Il Premio Rally Automobile Club Lucca, grazie alla continuità garantita dalle sue quindici edizioni, è riuscito a consolidare quella posizione rilevante che da anni ricopre nel mondo del motorsport. Nonostante i problemi che hanno caratterizzato il 2020, la nostra serie ha confermato il proprio fascino, valorizzando i campioni della nostra provincia ma, soprattutto, alimentando le ambizioni di piloti e navigatori emergenti. Proprio in virtù di questo, Automobile Club Lucca continuerà a sostenere questo valido strumento di promozione sportiva”.

“Sono soddisfatto di come i nostri licenziati abbiano partecipato a questa difficile stagione di gare – il commento di Massimiliano Bosi, fiduciario Aci Lucca – un impegno diverso, reso complicato dalla situazione della pandemia. Voglio esprimere la mia personale gratitudine a tutti coloro che hanno collaborato nella gestione di questo 15° Premio Rally, un lavoro costante e dietro le quinte che ci ha permesso di essere pronti per la prossima edizione.”

pellegrini

Nella foto (free copyright Thomas Simonelli): Alessio Pellegrini, campione tra i copiloti, in gara ed in primo piano.


Gabriele Michi
Ufficio Stampa

MOVISPORT ALLA “DAKAR”: DOPO PIÚ DI META’ GARA CESARE ZACCHETTI IN EVIDENZA

Con la sua Ktm, il pilota romagnolo si conferma grande esperto della navigazione estrema e dopo il giro di boa della competizione è secondo dei piloti italiani in gara.

Jeddah (Arabia Saudita), 12 gennaio 2021 – Una gara dura, sfiancante, ma anche ricca di soddisfazioni, per adesso, la “Dakar” di Movisport.

Il sodalizio reggiano, in attesa di prendere il via la settimana prossima a MOntecarlo, quindi con i rallies, sta partecipando alla storica maratona nel deserto con Cesare Zacchetti e la sua KTM i quali, dopo l’ottava tappa della competizione si sono rivelati tra i protagonisti di primo piano delle “due ruote”.

La gara, avviata il 2 gennaio (ultimo giorno venerdì 15) in Arabia Saudita, nella sua prima porzione ha messo a dura prova uomini e mezzi ed in questa vera e propria “guerra” contro il tempo, contro il territorio e contro gli avversari, il 51enne Zacchetti, alla sua terza partecipazione alla gara, si sta facendo notare con prestazioni di valore, nonostante non disponga dei mezzi e dell’organizzazione dei piloti ufficiali.

Dopo i 707 chilometri totali, dei quali 375 Km di speciale della tappa numero 8, Zacchetti è in 46^ posizione assoluta, secondo degli italiani al via con le due ruote ed anche in 8^ posizione nella categoria “OriginalByMotul”.

Nella foto: Zacchetti in azione

#CesareZacchetti #KTM #Rally #Rallye #Movisport #Motorsport #RacingIsLife #Dakar2021 #Jedda #Arabia #offroad #Raid #roadtodakar2021 #dreamcometrue
Alessandro Bugelli

GF RACING PRONTA AD UN 2021 DA GRANDI FIRME

Reduce da un 2020 di grandi numeri e grandi soddisfazioni nonostante la stagione sia partita da luglio, l’attività della squadra camuna è stata punteggiata da due titoli conquistati da Lucchesi Junior nel trofeo Peugeot e nel “terra-due ruote motrici” con Trevisani.

La squadra già pronta per un 2021, andando alla ricerca della continuità di risultati con un parco macchine ampio ed in parte rinnovato.

12 gennaio 2021

Sono i numeri, che parlano per GF Racing: sessanta partecipazioni nel 2020, tutte nella seconda metà dell’anno, per via dell’emergenza epidemiologica che ha fatto partire la stagione a luglio, con una percentuale di ritiri pressoché inesistente, due e con vetture non di proprietà ma solo avute in gestione.

Con anche due successi: quello del Trofeo Peugeot vinto nel Campionato Italiano Rally con Christopher Lucchesi e la Peugeot 208 R2 ed il titolo tricolore “due ruote motrici” di Jacopo Trevisani nel Campionato Italiano Terra. Oltre ad altre grandi soddisfazioni un po’ in tutta Italia, spesso sul podio di categoria.

Questi sono i numeri della GF Racing, i biglietti da visita della squadra bresciana nata da una visione di Luigi “Gigio” Carnoli, meccanico di lungo corso con esperienze internazionali, e della sua compagna Michela Farea, ex copilota, insieme al di lei fratello, Mirko.

Credenziali che sono la premessa più immediata guardando al 2021, per il quale il team camuno si sta già organizzando con un deterrente tutto marchiato Peugeot: alle “vecchie” 208 R2, ben quattro gli esemplari in officina, si sono affiancate due nuove 208 Rally4, l’ultima delle quali arrivata ai primi di dicembre, acquisita da PH Sport, esemplare usato da Mathieu Franceschi nel suo vittorioso Campionato “terra” francese.

Tutte le vetture sono utilizzabili sia per programmi su asfalto che terra e ad esse si aggiunge anche la gestione della Citroen DS3 R5 di Roberto Righetti.

C’è tanto fermento intorno a GF Racing, con diverse richieste proprio per l’ultima versione della 208, ma pure il modello R2 ha ancora molti estimatori, tant’è che non sarà difficile vedere “Gigio” e la sua squadra veleggiare sia sul catrame che sulle strade bianche.

E già nei primi giorni di questo 2021 l’atelier di GF Racing ha conosciuto una importante “processione” di piloti pronti a servirsi della sua forza ed esperienza per presentarsi muniti al meglio possibile per affrontare la loro stagione agonistica.

GF RACING

UFFICIO STAMPA
Alessandro Bugelli

Older posts

© 2021 RallyRace.it

Theme by Anders NorenUp ↑