Il pilota reggiano, per la sua quinta stagione nel Campionato Italiano Rally ha scelto

La Citroen C3 R5 e per dare l’assalto al titolo “asfalto”, affiancato ancora da Sauro Farnocchia questo fine settimana andrà ad allenarsi al Rally del Casentino.

Al via, nella gara in provincia di Arezzo anche i locali Battisti-Cappelletti.

01 luglio 2020

E’ finalmente arrivato il momento di riaccendere i motori, per X Race Sport, dopo la lunga pausa dovuta alla chiusura delle attività sportive per l’emergenza epidemiologica. La gara della ripartenza sarà il 40° Rally del Casentino, questo fine settimana, primo atto del Campionato IRCup, a Bibbiena, Arezzo, dove il vessillo della “X rossa” sventolerà con due portacolori decisi a riprendere l’attività con un risultato di spessore.

Saranno infatti della partita Antonio Rusce e Sauro Farnocchia, al loro debutto con la Citroen C3 R5 con la quale hanno in programma di disputare l’intero Campionato Italiano Rally Asfalto (CIRA), ed i locali Battisti-Cappelletti, al loro primo approccio con una Renault Clio S1600.

Particolare attenzione per Rusce e Farnocchia, che sfrutteranno le caratteristiche della

gara casentinese in preparazione della prima prova del Campionato Italiano Rally prevista a Roma il 24-26 luglio.

La Citroen C3 R5 del Team FPF Sport gommata Pirelli sarà dunque la compagna di avventure per questo 2020 il cui calendario sportivo è stato radicalmente modificato a causa dell’emergenza sanitaria e Rusce vuole partire con la marcia giusta, sapendo che la stagione sarà decisamente difficile per quanto avvincente:

“Finalmente si torna macchina – commenta il driver di Rubiera – dopo tanta attesa. Avevamo programmato una stagione con stimoli nuovi, anche con un nuovo team con l’obiettivo di capitalizzare le esperienze passate per puntare a salire di un gradino sul podio, quindi a cercare di agguantare il titolo. Lo stop forzato certamente sarà un avversario in più, troppo tempo siamo stati fermi, ma cercheremo di riprendere subito in mano gli equilibri necessari per affrontare al meglio questa stagione un poco “anomala”. Credo che potrò avere un “pacchetto” auto-gomme-squadra di altissimo livello, che unito all’avere di nuovo al mio fianco Sauro Farnocchia siano ottimi presupposti per disputare un campionato ad alto livello. Il Casentino e la sua gara cascano a pennello per svolgere un test importante, ci sono tutte le condizioni per svolgere davvero un allenamento che possa dare indicazioni importanti, anche perché avremo strade perfette, condizioni meteo difficili che ci metteranno dunque a dura prova ed avversari di rango. Dico solo che sarà bellissimo riprendere a correre così!”

Nella gara di casa ci saranno poi gli immancabili locali Fabio Battisti e Maurizio Cappelletti. Dopo significative esperienze con la Peugeot 208 R2, il pilota di Castel San Niccolò quest’anno alza l’asticella, affrontando le strade amiche con una muscolosa e certamente impegnativa Renault Clio s1600, tentando il risultato d’effetto, ovviamente contando sui consigli dell’esperto copilota Cappelletti.

Il 40° Rally del Casentino scatterà sabato 4 luglio alle 11.30 dal tradizionale palco partenza di viale Gramsci in Bibbiena e si svolgerà sulla distanza di 89 km di prove speciali divise sui classici tratti cronometrati casentinesi, opportunamente rivisti nella distanza. La “Corezzo” di 9,500 km, la “Crocina” di 22,28 km e la new entry “Rosina” di 7,48 km, prova presa “in prestito” dal Historic Rally delle Vallate Aretine. La scelta dolorosa di tagliare le prove nella parte alta del Casentino, cioè le classiche PS “Caiano e “Barbiano” è dovuta alla necessità di rispettare il chilometraggio massimo di tratti cronometrati imposto dai nuovi protocolli (non oltre 100km) senza però rinunciare alle prove più lunghe e selettive. L’arrivo sarà alle 20,43, sempre in Viale Gramsci a Bibbiena.

FOTO MASSIMO BETTIOL

www.xracesport.com

info@xracesport.com

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli