Secondo appuntamento stagionale per la scuderia di Montebelluna che schiererà, questo weekend in terra vicentina, il pilota di Miane su Ford Fiesta R5.

Montebelluna (Tv), 12 Aprile 2018 – Archiviato il debutto vincente al Colli Scaligeri il calendario 2018 di Xmotors parla ora vicentino: questo fine settimana infatti, più precisamente Sabato 14 e Domenica 15 Aprile, il sodalizio di Montebelluna sarà impegnato nella nona edizione del Rally del Grifo, classico appuntamento del Triveneto al quale non si può mancare.

A tenere alti i colori della scuderia trevigiana ci proverà Massimo Vian, in coppia con Alessandro Gaio, il quale tornerà a sedersi sulla Ford Fiesta R5, per la prima volta gestita completamente da Xmotors, in collaborazione con Assoclub Motorsport.

Per il pilota di Miane, vicino a Valdobbiadene, la potente trazione integrale dell’ovale blu non sarà una nuova conoscenza: già nella passata edizione del Grifo il portacolori di Xmotors aveva ben figurato, a quel tempo al debutto, restando in scia ai più quotati avversari; in quell’occasione fu un piccolo testacoda ad allontanarlo dalle posizioni di vertice.

“Siamo al via di questo Grifo in previsione del successivo Dolomiti” – racconta Vian – “ed abbiamo deciso di prendere parte, anche quest’anno, a questo evento perchè ci piace molto. Le strade sono tanto belle e veloci quanto insidiose. Nella passata edizione ci siamo divertiti tantissimo. Qui, ogni anno, arrivano dei big che si allenano per i loro campionati quindi ci troviamo a confrontarci con piedi pesanti. È tutto molto stimolante. Nel 2017 siamo riusciti a lungo a restare a contatto, seppur a distanza, con i migliori prima di compromettere un po’ tutto con un testacoda. Conosciamo abbastanza bene la Fiesta quindi confidiamo di poterci comportare bene e raccogliere un buon piazzamento.”

Cambia leggermente pelle il Rally del Grifo targato 2018 con una prima frazione di gara, prevista per la serata di Sabato, che si presenta come gara vera.

Due le prove speciali in programma: la lunga “Altissimo” (13,30 km) e la “Chiampo – Nogarole” (7,40 km) contribuiranno già a delineare ampiamente i valori in campo.

Sveglia presto alla Domenica e via per i rimanenti sei tratti cronometrati, tre da ripetere due volte: “Valdagno” (9,20 km), “Quargnenta” (5,00 km) e “Biceghi” (5,50 km) andranno a completare il percorso di gara che conta oltre 260 chilometri, dei quali una sessantina cronometrati.

“L’allungamento della parte in notturna rende il Grifo interessante” – sottolinea Vian – “perchè non si tratterà più di un prologo di pochi chilometri. Sulla sessantina prevista ne disputeremo circa una ventina, un terzo di gara. Non sarà da prendere alla leggera. È dal Carnia dello scorso anno che non riprendiamo in mano la Fiesta e cercheremo di stare in guardia nella fase notturna. Le prove della Domenica, sulla carta, sono adatte al mio stile di guida. Cercheremo di aumentare il passo alla luce del sole. Vogliamo prepararci al meglio per il successivo Dolomiti dove vogliamo puntare in alto. Possiamo considerarla quasi una seconda gara di casa per Alessandro ed è scontato che lassù puntiamo a presentarci al massimo della forma.”