Il pilota della Ford Fiesta R5, targata Xmotors, è a lungo protagonista sulle strade di casa, prima dell’uscita di scena sulla terz’ultima prova speciale.

Montebelluna (Tv), 11 Settembre 2018 – Voleva sfatare quel tabù, che lo vedeva relegato sul gradino più basso del podio assoluto da tre edizioni, e ci stava riuscendo nel migliore dei modi ma, sul più bello, una banale uscita di strada ha compromesso la cavalcata di un Federico Laurencich in grande forma.

Ad un anno esatto dalla partecipazione, di fronte al pubblico amico, al Rally Nova Gorica il portacolori della scuderia Gorizia Corse tornava al volante della Ford Fiesta R5 di casa Xmotors.

Con un anno di esperienza maturata, sulla vettura dell’ovale blu, il pilota locale si presentava nuovamente al via, assieme alla fida Emanuela Florean, con tanta voglia di ben figurare sulle strade di casa.

Una prima tornata conservativa lasciava ben presto il posto a due terzi tempi assoluti, sulla terza e quarta prova speciale.

La prima frazione di gara vedeva Laurencich ai piedi del podio, con un ritardo di soli tre decimi dalla Hyundai i20 R5 di De Cecco.

“Durante la prima frazione di gara abbiamo cercato di riprendere confidenza” – racconta Laurencich – “ed abbiamo cercato di non forzare troppo il ritmo. Man mano che i chilometri passavano abbiamo alzato il ritmo ed abbiamo concluso la prima giornata di gara con una positiva quarta posizione, ad un soffio dal terzo posto assoluto. La seconda giornata era lunga ed avevamo tutto il tempo per spingere al massimo. Abbiamo preso le misure, con calma.”

Il Sabato si apre con la cancellazione della “Kamberško”, con la carovana della settima edizione del Rally Nova Gorica che si trasferisce verso il settimo crono in programma, quello di “Morsko”: Laurencich stacca nuovamente la terza migliore prestazione, tallonando da vicino il connazionale De Cecco anche sul successivo impegno di giornata.

Arrivati alla service area il team Xmotors apporta delle variazioni al setup della Ford Fiesta R5, ex tricolore con Giandomenico Basso nella stagione 2016, ed il risultato è presto agli occhi di tutti.

Sulla ripetizione di “Kamberško” Laurencich firma lo scratch, rifilando ben 5” a De Cecco, che gli consentono di salire al secondo posto assoluto, e 5”6 a Hideg ma la doccia fredda si nasconde dietro l’angolo.

Fatale sarà la decima prova speciale: un’uscita di strada costringerà il goriziano ad alzare mestamente bandiera bianca, sfumando un finale di gara che poteva riservare ghiotte sorprese.

Scorrendo la classifica, infatti, erano solo 9”3 a separare il pilota della Fiesta dalla vetta.

“Ci stavamo giocando l’assoluta” – aggiunge Laurencich – “e, quando si va forte, può succedere di sbagliare. Le regolazioni suggerite dall’ingegnere erano ottime. Davvero un peccato sia finita così. Grazie ad Xmotors, team molto preparato e professionale. Ci rifaremo.”