Paolo Andreucci: “Torniamo su terra da leader del campionato. Lavoreremo per difendere la nostra posizione, nonostante partiremo con il numero uno sulle portiere.”

Ritorno su terra per Paolo Andreucci al Rally Adriatico, per difendere la leadership in classifica. Dopo la sentenza d’appello post San Marino Rally, il pilota garfagnino si presenta a Cingoli, con i colori della Scuderia Peletto Racing Team, affiancato da Francesco Pinelli, da leader della classifica assoluta del Campionato Italiano Rally Terra, grazie alla vittoria al rally Valtiberina e al terzo posto conquistato proprio al San Marino Rally a bordo della Citroën C3 R5, gestita dal Team PRT di Daniele Pellegrineschi.

“La sentenza di appello ci ha restituito il terzo posto assoluto al Rally di San Marino e con esso la leadership in campionato – ha commentato il pluricampione italiano rally Paolo Andreucci-. Questo comporta anche il numero uno sulle portiere e quindi anche al Rally Adriatico saremo i primi a partire ed a pulire le strade. Stando alle previsioni meteo, anche in questa gara, così come accaduto per la Targa Florio, il tempo potrebbe fare la differenza. Per lo shakedown del sabato, ci potrebbe essere il sole, o comunque potremmo trovare asciutto, mentre per il giorno di gara, le previsioni attualmente portano pioggia. Capiremo meglio nelle prossime ore che strategia adottare, anche in questa circostanza, la scelta delle gomme sarà fondamentale, ma sono certo che riusciremo a trovare il giusto compromesso con le nostre Pirelli.”

“I giorni di stop per l’appello ci hanno privato della vettura e di noleggi che avevamo già programmato -ha commentato il patron del Team PRT Daniele Pellegrineschi-, ma con orgoglio abbiamo dimostrato la nostra totale innocenza e buonafede. Siamo un team giovane, ma ci teniamo a far le cose per bene ed il fatto che Paolo ci abbia scelto per la sua stagione su terra ci riempie di orgoglio, ma anche di attenzione. Paolo è un pilota molto esigente e si vede che ragiona da professionista, anche per come gestisce il set up della vettura. Con lui stiamo crescendo e siamo sempre pronti ad accogliere le sue richieste. Adesso, puntiamo all’Adriatico, avremo schierato anche un secondo equipaggio a bordo della nostra Peugeot 208 R2B, siamo certi che faranno bene e riusciranno ad esprimersi al meglio come sempre.”

“Al San Marino non siamo riusciti a gioire a pieno – ha dichiarato il navigatore Francesco Pinelli-, dopo la gioia del podio, ci siamo visti rovinare la festa. Siamo qui anche per rifarci dei “mancati festeggiamenti” e per continuare l’ottimo lavoro fatto un mese fa. Nonostante qualche piccolo problemino in gara di set up, il mio debutto al fianco di Paolo è stato molto positivo e da subito abbiamo trovato un buon feeling. Da domani torniamo in macchina, consapevoli che nello shakedown ci sarà da lavorare per la corretta messa a punto della nostra vettura.”

Il programma di gara prevede le ricognizioni con vettura stradale da domani, sabato 26 settembre, con a seguire lo shakedown che vedrà impegnati gli equipaggi con la vettura da gara a partire dalle 13:00. Domenica la partenza del Rally Adriatico da Cingoli, che quest’anno sarà anche la location del Parco Assistenza. A seguito delle norme di contenimento Covid 19, purtroppo il rally è stato dichiarato, così come le altre manifestazioni sportive, a porte chiuse.

dott. Giuseppe Di Gesù