Con la gara biellese, parte il girone di ritorno della Coppa indetta dalla Casa di Clermont Ferrand, con venti concorrenti al via la maggior parte dei quali nel Terzo Raggruppamento.

BIELLA, 21 giugno – Nel fine settimana che segna l’inizio della calda estate la Michelin Historic Rally Cup inizia il cammino di ritorno della sua stagione 2019 con la nona edizione del Rally Lana Storico, che affronterà le classiche prove speciali delle colline della provincia biellese. Con venti iscritti la Coppa indetta dalla Casa di Clermont Ferrand e gestita sui campi di gara da Mario Cravero di Area Gomme si conferma ancora una volta una colonna portante dei rally storici.

Il Primo Raggruppamento vede l’ingresso stagionale nella Michelin Historic Rally Cup di Fabrizio Pardi, affiancato come sempre da Silvia Bianco, sulla Lancia Fulvia Rally 1.3 con cui ha condiviso il successo di classe al Lana dello scorso anno. Saranno invece quattro i protagonisti della Michelin Historic Rally Cup di Secondo Raggruppamento. Il primo equipaggio a scendere la pedana degli “Orsi” sarà quello formato da Bruno Graglia-Roberto Barbero che riportano sulle prove speciali la loro Fiat 124 Abarth dopo la vittoriosa gara del Vallate Aretine. Avversario pericoloso in raggruppamento il giovane locale Luca Prina Mello, affiancato dalla “storica” (ma solo per esperienza di gare) Margherita Ferraris Potino su BMW 2002 Tii, vettura che non ha portato loro fortuna nelle ultime due uscite della scorsa stagione, mentre riuscirono ad ottenere un podio di classe al Lana dello scorso anno a bordo di una Porsche 911. A seguire la tradizionale Porsche 911 RS per Roberto Giovannelli-Isabella Rovere, galvanizzati dal successo di Raggruppamento al recente Campagnolo. Chiude la striscia dei partenti della Michelin Historic Rally Cup di Secondo Raggruppamento Vittorio Tenivella-Marco Blua, Fiat 128 Coupé, terzi di graduatoria al Vallate Aretine, che sfiorarono il podio di Classe nella scorsa edizione.

Il Terzo Raggruppamento vede ai nastri di partenza della Michelin Historic Rally Cup ben quindici equipaggi, il primo dei quali è formato da Roberto Rimoldi e Roberto Consiglio, Porsche 911 SC che conducono autorevolmente sia la classifica di raggruppamento sia quella di Classe M5 grazie agli ottimi risultati conseguiti nelle tre gare fin qui disputate. Ritorno alle gare per il novarese Simone Lanfranchini, affiancato da Stefano Bertelletti, fermi con la loro Porsche 924 GTS dal Lana dello scorso anno concluso anzi tempo. A seguire il velocissimo Luca Delle Coste con Franca Regis Milano che ha rimediato al passo falso con la sua Ritmo 75 con due gare siderali al Valsugana e al Campagnolo che hanno permesso al pilota varesino di conquistare la leadership della Classe M2 della Michelin Historic Rally Cup. Tradizionale presenza nella gara di casa per il locale Stefano Canova con Matteo Zanetti alle note, con l’interessante Audi quattro con la quale disputarono una buona gara al Lana dello scorso anno. Quindi Massimo Giudicelli-Paola Ferrari, secondi di Classe M2 al Campagnolo con la loro Volkswagen Golf. Fiat 131 Abarth Gruppo 4 per i cuneesi Pierangelo Pellegrino-Davide Peruzzi che dopo il ritiro del Vallate Aretine sono andati a segno al Campagnolo. Con il numero 48 sulle portiere prenderanno parte alla gara i coniugi biellesi Luca Valle-Cristiana Bertoglio che dopo il positivo esordio stagionale nella Coppa al Campagnolo tenteranno di ripetersi sulle strade di casa.

Partiranno poi in rapida sequenza ben quattro Opel Kadett GT/E Gruppo 2, la prima delle quali portata in gara da Claudio Ferron, chiamato a eguagliare la bella prestazione mostrata dal figlio Daniele al Campagnolo, con cui condivide il navigatore Francesco Cuaz. Immediatamente dopo scatta Sergio Cabella, che ha al suo fianco un’altra componente della famiglia Ferron, ovvero Simona, al suo esordio al quaderno delle note. A seguire Stefano Villani-Lorenzo Lalomia, reduci da una gara sofferta al Campagnolo, portata stoicamente al traguardo ed infine Maurizio Riberi-Ivan Perriello, vincitori della loro classe al recente Valli Vesimesi. Dopo le Kadett tocca alle tre Fiat 127 CL dare spettacolo con Antonio Perrone-Luca Cerutti, primi a partire che hanno la grande occasione, vista l’assenza dei loro tradizionali avversari, di prendere il comando della Classe M1. Immediatamente dietro partirà Riccardo Arrigo, con a fianco Eugenia Fantini, per la prima volta al via su una vettura storica ed ancora Michele Di Marco con Francesco Zambelli sul sedile di destra, che rientra in gara esattamente dopo un anno di assenza, dal Lana 2108. Chiude le partenze dei concorrenti della Michelin Historic Rally Cup Claudio Azzari, con Elisio Crestani, al volante della vettura più piccola del rally, ovvero la Ford Fiesta 1100.

Il 9° Rally Lana Storico è valido, fra l’altro, per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, il CRZ Prima Zona, Michelin Historic Rally Cup e Memory Fornaca. Si comincia sabato 22 giugno con le verifiche sportive e tecniche a Biella (Agorà Palace Hotel, sportive; Piazza Vittorio Veneto, tecniche) dalle 8.00 alle 13.30 prima di procedere alla cerimonia di partenza alle ore 16.00 presso il Centro Commerciale Gli Orsi, dove si festeggerà l’arrivo dei concorrenti superstiti domenica 23 giugno alle ore 14.00. La gara si sviluppa su un percorso di 364,47 km di cui 117,44 cronometrati. Dieci le prove speciali (sabato 3×2; domenica 2×2) tutte su asfalto.