La finale di Coppa Italia arriva a poche ore dalla scomparsa del presidente Zandanel. A Como saranno quattro gli equipaggi della Maranello Corse.

Maranello (MO) – Il morale è basso e non potrebbe essere altrimenti. Nel momento più alto della stagione, quello della finale di Coppa Italia raggiunta con merito dai portacolori della Maranello Corse, il clima è dei più tristi. Il presidente e trascinatore della scuderia, Nicola Zandanel è scomparso da poche ore e la voglia di pensare alle corse è poca.

Gli impegni presi vanno però onorati e gli equipaggi sanno bene che lo stesso Zandanel avrebbe voluto tutti al via con carica e motivazione; per questo i rappresentanti della squadra modenese gareggeranno con una motivazione ancora più forte insieme a delle particolari dediche sulle vetture.

Il primo a partire-con il numero #7- sarà il toscano Thomas Paperini che su una Skoda Fabia R5 della MM Motorsport è chiamato ad una prova di fuoco dopo aver vinto al Coppa di Zona 6 relativa alla Toscana; con lui ci sarà Simone Fruini ed insieme i due proveranno a competere anche per l’R Italian Trophy.

Con il numero 33 ci saranno Giorgio Sgadò e Nicola Perrone che utilizzeranno la stessa Peugeot 207 S2000 (MM Motorsport) che già molte soddisfazioni ha dato loro in questa stagione.

In gara con ambizioni importanti vi è anche l’under25 Giacomo Guglielmini che con Giorgio Simone piloterà la Ford Fiesta Rally4 della GB Motors provando a farsi largo in una classe R2B che vanta ben ventisei pretendenti.

Il maranellese Lorenzo Grani ritroverà invece la sua Peugeot 106 A6 preparata dalla Julli per affrontare questo step di fine stagione che per lui è importante specie per la graduatoria relativa alla Michelin Rally Cup.

Il Trofeo Aci Como si svolgerà su due giorni con una prova nella serata di venerdì e le restanti in quella di sabato 7 novembre.

Addetto stampa Luca Del Vitto: info@lucadelvitto.com ; +39.339.1477880.