Il driver ligure traccia un bilancio della sua stagione nel massimo campionato

(Comunicato Ufficio Stampa Emanuele Fiore)

Con il Rally Due Valli cala definitivamente il sipario della stagione 2022 nel Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco. Una serie che non ha mancato di offrire interessanti spunti di interesse amplificati da un apporto mediatico di grande spessore. Per Emanuele Fiore è l’occasione di proporsi in un palcoscenico importante all’interno del quale il driver ligure ha saputo destreggiarsi con una certa disinvoltura.

“Il mio obiettivo principale, data anche l’età, era il divertimento” afferma il pilota genovese. “Grazie al prezioso apporto di Paolo Benvenuti patron del Team La Superba, abbiamo pianificato l’impegno in cinque dei sette appuntamenti del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco nella classe riservata alle 2 Ruote Motrici. Una serie impegnativa ma molto appagante sotto l’aspetto personale e professionale. Alba e Sanremo sono le gare a cui, per vari motivi, tengo in modo particolare oltre a Ciocco e Mille Miglia, competizioni che si svolgono su strade che hanno scritto la storia dei rally.”

Emanuele Fiore traccia un bilancio positivo della sua stagione. “Direi assolutamente di sì. Ho avuto modo di incontrare avversari davvero molto bravi e preparati, alcuni di loro anche sfortunati come ad esempio Santero e Pisani, con i quali mi sono misurato anche se a debita distanza.” La stagione 2022 Emanuele Fiore l’ha condivisa con Andrea Casalini. “Sì. Ho deciso di correre con Andrea, prima di tutto per l’amicizia che ci lega e soprattutto perchè la sua esperienza è stata molto preziosa.” Adesso si chiude a Verona dove Emanuele Fiore e Andrea Casalini arrivano consapevoli di aver acquisito maggior esperienza. “Ho deciso di chiudere la mia stagione con l’appuntamento in Veneto, perché è un’altra gara molto interessante. Ci arriviamo con un bagaglio di esperienza sicuramente maggiore e con l’intento di raccogliere il massimo per chiudere questo Campionato nel migliore dei modi”.