Il pilota di Bastia di Rovolon, in gara per i colori GDA Communication, punterà alla conquista del Trofeo Rally di Zona, a partire dall’appuntamento trentino.

Modena, 24 Aprile 2019 – Tutto è pronto per la nona edizione del Valsugana Historic Rally, in programma per Venerdì 26 e Sabato 27 Aprile, con GDA Communication che si appresta ad affrontare la trasferta trentina con un unico portacolori deciso a puntare in alto.

Stiamo parlando di Andrea Montemezzo, il quale si prepara a dare la caccia al Trofeo Rally di Zona, alla guida dell’Opel Kadett GSI, gruppo A, condivisa con il coriaceo Andrea Fiorin.

Il pilota di Bastia di Rovolon tenterà la scalata alla prestigiosa serie, dedicata alle auto storiche, partendo dall’evento di Borgo Valsugana che lo scorso anno lo vide salire sul gradino più alto del podio, in classe J2-A/2000.

Squadra che vince non si cambia ed ecco riconfermata la gestione dell’aspetto tecnico a Tuning Carenini, la quale seguirà la trazione anteriore tedesca nella due giorni.

“Siamo al via di una nuova stagione” – racconta Montemezzo – “e, quest’anno, abbiamo un importante obiettivo nel mirino, il TRZ. In realtà non abbiamo la certezza matematica di poter essere presenti a tutti gli appuntamenti, previsti dal calendario, ma l’idea di base sarebbe di provarci. Avevamo iniziato bene anche lo scorso anno, vincendo al Valsugana e chiudendo secondi al Campagnolo, valido anche per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Poi, per una serie di vicissitudini, non abbiamo potuto proseguire. Ci auguriamo di riuscirci, questa volta, e di poter lottare sino alla fine per un titolo che potrebbe essere nelle nostre corde.”

La calamità naturale che ha pesantemente colpito il territorio, sul finale dello scorso anno, ha costretto gli organizzatori del trittico composto da Manghen Team, Team Bassano ed Autoconsult Competition a rivedere sostanzialmente il percorso, rispolverando alcuni tratti cronometrati del recente passato.

Sei le prove speciali in programma per la nona edizione del Valsugana Historic Rally, tre da ripetere per due passaggi.

Si aprirà con la rientrante “Morello” (9,71 km), la più corta dell’intero percorso, alla quale seguirà la “Passo Broccon” (14,10 km) e la “Trenca” (17,42 km).

Incognita della vigilia, stando alle attuali previsioni, sarà certamente il meteo che potrà giocare un ruolo fondamentale nella giusta scelta delle coperture.

“Speriamo che le previsioni cambino” – sottolinea Montemezzo – “altrimenti sarà davvero dura da gestire, specialmente in alcuni tratti di prova speciale come la discesa del Broccon. Il percorso è davvero molto bello, come sempre del resto qui. La prima speciale è particolarmente significativa in termini di potenza, il motore farà sicuramente la differenza. Con oltre cento iscritti sappiamo già, seppur non sia uscito ancora l’elenco iscritti, che il livello di competizione sarà elevatissimo. Dal canto nostro ci auguriamo che il mezzo possa rispondere secondo le nostre aspettative. Cercheremo di fare gara rispetto ai nostri rivali diretti nel TRZ.”