Author: marco (page 1 of 911)

MONTEPREMI DA URLO PER LE SERIE TRICOLORI RALLY 2021

Lievitano le somme messe in palio per i vincitori delle serie tricolori rally, con il montepremi fissato dalla Federazione che supera i 400.000 euro. Incentivi importanti per il CIR assoluto e CIR Asfalto. Confermati anche i premi per CIWRC, CIR Terra e Coppa Rally di Zona ACI Sport.

Roma, 21 gennaio 2021 – Spesso per raggiungere gli obiettivi più importanti c’è bisogno di alimentare la passione. Quantomai in un periodo storico come quello attuale, quando la voglia di fare sport viene frustrata pesantemente dalla situazione economica compromessa dalla pandemia. Proprio in questo senso ACI Sport ha messo a punto dei montepremi rafforzati in modo significativo per la nuova stagione sportiva. Sensazionale il montepremi stabilito per le serie tricolori rally, proposto dalla Commissione Rally ACI Sport e approvato dalla Direzione Sportiva Automobilistica di ACI, che per il 2021 supera la cifra complessiva di 400.000 euro. Il tetto si è alzato in maniera importante rispetto all’annata precedente. Per quanto riguarda ad esempio il Campionato Italiano Rally, il vincitore assoluto del CIR 2021 infatti si aggiudicherà la somma di 40.000 euro (25.000 euro in più rispetto al 2020) e 40.000 verranno riservati al primo del CIR Asfalto. Notevoli anche i premi confermati per le altre serie CIRT, CIWRC e Coppa Rally di Zona ACI Sport. Per quanto riguarda il CIWRC è previsto anche un ulteriore importante montepremi che verrà formalizzato a breve.

Questa la tabella completa:

MONTEPREMI SERIE TRICOLORI RALLY 2021

€ 40.000,00 per il vincitore del Campionato Italiano Rally.

€ 75.000,00 per il Campionato Italiano Rally Junior destinati per un programma in un campionato internazionale nella stagione successiva. Un ulteriore montepremi in pneumatici verrà a breve inserito.

€ 60.000,00 per il Campionato Italiano Rally Asfalto (40.000 al 1° -15.000 al 2° – 5.000 al 3°).

€ 35.000,00 per il Campionato Italiano Rally Asfalto Due Ruote Motrici (10.000 al 1° – 7.000 al 2° – 3.000 al 3° – 15.000 al 1° classificato – premio cumulabile con il premio del CIRA Due Ruote Motrici condizionato alla partecipazione al Campionato Italiano Junior 2022).

€ 15.000,00 per il vincitore del Campionato Rally WRC.

€ 15.000,00 per il vincitore del Campionato Italiano Rally Terra.

€ 10.000,00 per il vincitore assoluto della Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia.

€ 2.000,00 per il vincitore di ogni classe, Femminile ed Over 55 della Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia.

€ 20.000,00 per il vincitore della Coppa Under 25 nella Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia (premio subordinato alla partecipazione al Campionato Italiano Rally Junior della successiva stagione sportiva).

€ 20.000,00 per la Coppa Under 25 Due Ruote Motrici nella Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia (premio subordinato alla partecipazione al Campionato Italiano Rally Junior della successiva stagione sportiva).

In totale il montepremi della stagione 2021 per i rally tocca quota 402 mila euro (dei quali 292.000 relativi al montepremi sopra evidenziato + 46.000 tasse di iscrizione per i finalisti ACI Sport Rally Cup Italia 2020 + 64.000 per i vincitori di classe alla finale Rally Cup Italia 2020).

Nella foto: i Campioni d’Italia Andrea Crugnola e Pietro Ometto durante il Ralli Il Ciocco, gara che aprirà il CIR 2021

#CIR2021 #CIWRC2021 #CIRT2021 #CRZ2021 #acisportofficial

Aggiornamenti sul sito ufficiale

www.acisport.it/CIR – www.acisport.it/CIRT – www.acisport.it/CIWRC – www.acisport.it/CRZ

Facebook, Twitter, Instagram – @CIRally @CIRallyTerra @CIWRCofficial @copparallydizona @acisportofficial

YOUTUBE – ACI SPORT TV

Bartolini Luca

De Bonis Daniele

Iacobini Chiara

MOVISPORT AVVIA BENE IL 2021: ALLA “DAKAR” CESARE ZACCHETTI PRIMO ITALIANO IN MOTO

Il 51enne pilota piemontese, con la sua Ktm, si è reso protagonista di una esaltante progressione che lo ha portato anche a concludere la maratona nel deserto saudita entro i migliori quaranta assoluti tra le due ruote e nella top ten della classifica dei motociclisti che hanno corso tutta la gara senza assistenza.

Ha gareggiato con un visore per la realtà aumentata e ha condiviso in diretta sui social tutto il percorso.

Jeddah (Arabia Saudita), 16 gennaio 2021 – Due settimane di competizione estrema, dodici tappe e ben 4.767 km cronometrati di una gara dura, sfiancante. Ecco lo scenario che l’inizio dell’anno ha offerto a Movisport, alla “Dakar” in Arabia Saudita, dove i colori reggiani sono stati portati in alto dal 51enne piemontese Cesare Zacchetti e la sua KTM.

Talmente in alto che ieri, sul traguardo di Jeddah, Zacchetti ha accarezzato la bandiera a scacchi in 38^ posizione assoluta, primo degli italiani in moto e settimo della speciale classifica della categoria denominata “OriginalByMotul”, riservata ai piloti che hanno corso tutta la gara senza assistenza. Un’esperienza unica, ricca di momenti difficili, dovendo correre in completa autonomia, ma anche estremamente esaltante sotto l’aspetto umano oltre che tecnico.

La gara (questa del 2021 era la terza esperienza per Zacchetti alla “Dakar”), avviata il 2 gennaio, aveva visto Zacchetti partire con cautela, cercando di prendere le classiche misure ad una competizione che il minimo errore, la minima esitazione ed anche il più piccolo momento di esitazione lo fa pagare caro. Ha sfruttato anche l’esperienza, Zacchetti, alla sua terza esperienza nella più famosa maratona desertica e giorno dopo giorno ha saputo scalare i valori della classifica peraltro con risultati parziali estremamente interessanti, spesso anche in linea con i piloti ufficiali presenti, che dispongono certamente di un’organizzazione più strutturata che non i piloti privati.

Zacchetti ha gareggiato con un visore per la realtà aumentata e ha condiviso in diretta sui social tutto il percorso. I suoi follower hanno potuto vederlo in azione e hanno ammirato la sua capacità di orientarsi nel deserto per tutti i 13 giorni di gara.

“Ringrazio tutti coloro che mi hanno seguito – commenta Zacchetti – supportato, durante tutta la gara mediante i social soprattutto. Pazzesco! Grazie davvero. Un’esperienza magnifica sotto l’aspetto sportivo ma soprattutto anche umano. Ho avuto un momento di spavento quando nel primo giorno, alla mattina era ancora buio e sono scivolato su del gasolio perso da un camion. Sono caduto ma per fortuna i danni erano minimi. Poi per il resto momenti bellissimi, con i compagni di avventura, i paesaggi che attraversi, momenti, attimi davvero unici. Grazie davvero a tutti!”.

Nelle foto: Zacchetti in azione

#CesareZacchetti #KTM #Rally #Rallye #Movisport #Motorsport #RacingIsLife #Dakar2021 #Jedda #Arabia #offroad #Raid #roadtodakar2021 #dreamcometrue #cece

UFFICIO STAMPA
Alessandro Bugelli
MGT COMUNICAZIONE

IL RALLY DI ALBA 2021 E’ GIA’ DISEGNATO: SARA’ SEMPRE “TRICOLORE” E ANCORA “PLUS”

In programma per 12 e 13 giugno la gara di Cinzano Rally Team è stata confermata come parte integrante del Campionato Italiano WRC conservando molti caratteri della grande edizione offerta nel 2020.

ALBA (Cuneo), 14 gennaio 2021 –

I giorni da segnare, da evidenziare in agenda sono quelli del 12 e 13 giugno. Quelli del 15° Rally di Alba, terza prova del Campionato Italiano WRC 2021 (CIWRC).

Con l’inizio del nuovo anno, Cinzano Rally Team annuncia che il disegno della gara, il progetto a tutto tondo dell’evento, che vedrà coinvolte nuovamente le vetture World Rally Car “plus” nella consueta corsa a loro riservata, è pronto nei dettagli.

Dopo le difficoltà palesate dall’attività di motorsport nel 2020 a causa dell’emergenza epidemiologica, nonostante le quali il Rally di Alba lo scorso agosto divenne una delle gare che firmarono a tratto marcato la ripartenza dopo il lockdown avviato a marzo, con l’edizione numero quindici – traguardo significativo – si guarda di nuovo all’orizzonte.

Si cerca una ripartenza ancora più energica, stimolante, per andare a riscoprire una rinnovata solarità e libertà con lo sprone dello sport ed anche se siamo a sei mesi dall’accendere i motori e certamente molti angoli dovranno essere levigati, l’idea è quella di tornare a proporre una competizione che vada a proseguire la qualità e l’enfasi proposte nelle precedenti edizioni, culminate con quella 2020 che ha visto al via il meglio del rallismo italiano e mondiale.

Torna, dunque, il grande automobilismo, sul territorio delle Langhe, luogo dove sport, cultura, storia ed amore per il territorio si intrecciano in un mix di sensazioni che catturano pure chi di motori conosce poco. E’ una storia sportiva tra le più appassionanti, quella che il Rally di Alba ha saputo scrivere in questi anni o, se vogliamo già dalla sua nascita, proprio perché al territorio e per il territorio è sempre stata pensata.

Il classico, irrinunciabile, rendez-vous proposto da Cinzano Rally Team insieme all’Automobile Club Cuneo ed anche con l’importante sostegno delle amministrazioni del territorio, si appresta dunque a rinnovare la sfida presentandola sulla scena internazionale in una veste che andrà a ricalcare l’edizione 2020, con quartier generale ad Alba, partenza da Cherasco ed arrivo di nuovo ad Alba. Alcune novità sono invece annunciate sul tracciato, che conserverà in ampia parte i caratteri dell’anno passato, con alcune modifiche attuate per renderlo sempre più sicuro e certamente più esaltante passarvi “dentro” con una vettura da corsa.

LA REGOLA DEL CIWRC 2021

Saranno sette, gli impegni del Campionato Italiano WRC 2021, nel quale ogni concorrente potrà scegliere di partecipare soltanto a 6 gare e fra questi varranno per la classifica finale i migliori 5 risultati (quindi 1 scarto).

Le gare avranno assegnati dei coefficienti di punteggio, che per il Rally di Alba è stato fissato a 1,25.
Vi sarà l’obbligo dell’iscrizione alla serie, il sistema di punteggio rimarrà quello classico degli scorsi anni (15/12/10/8/6/5/4/3/2/1 punti) ed i conduttori non iscritti al CIWRC che arriveranno nella top ten, non prenderanno chiaramente punti per il campionato ma li toglieranno invece a coloro che sono iscritti.
Il campione CIWRC assoluto del 2021 riceverà un premio di 15.000 Euro.

Rimangono tutte le Coppe ACI Sport viste sino al 2020 alle quali viene aggiunta quella delle neonate vetture “Rally3”:
– WRC
– Super 2000 (2.0 Atmosferico, 1.6 Turbo), R4, R4 Kit
– R5
– A8/Prod E8, K11, RGT
– Super 1600, A7/Prod E7
– Gruppo N/Prod S
– Gruppo N/Prod S 2 ruote motrici
– A6/Prod E6 /K10
– R3 (R3 C, R3 T, R3 D)
– R3 4X4
– R2 (R2 B, R2 C)
– R1 (R1 A, R1 B, R1, R1 A Naz., R1 B Naz.-R1 Ibr. Naz.)
– N5 Nazionale
– Under 25
– Over 55
– Scuderie – Preparatore/Noleggiatore

Le gare valevoli e le modalità di partecipazione e compilazione delle classifiche finali saranno quelle del Campionato Italiano WRC, in questo caso senza obbligo dell’iscrizione e per la classifica finale si dovranno considerare i migliori 5 risultati su 6 gare.

Il format delle gare sarà in una tappa, minimo 6 prove speciali ed un totale di chilometri di distanza competitiva compresa fra 80 e 100 chilometri. Sarà consentito l’utilizzo un massimo di 12 pneumatici a gara.

CALENDARIO CAMPIONATO ITALIANO WRC 2021

18 aprile – 54° RALLY ELBA | coefficiente 1,25

16 maggio – 53° RALLY DEL SALENTO | coefficiente 1,75

13 giugno – 15° RALLY DI ALBA | coefficiente 1,25

11 luglio – 36° RALLY DELLA MARCA

22 agosto – 56° RALLY DEL FRIULI VENEZIA GIULIA e ALPI ORIENTALI

19 settembre – 41° RALLY SAN MARTINO DI CASTROZZA e PRIMIERO | coefficiente 1,25

24 ottobre – 40° RALLY TROFEO ACI COMO | coefficiente 1,75

Il sito web di riferimento dell’evento, all’indirizzo www.rallyalba.it/ è sempre stato un contenitore importante di informazioni utili a molti fruitori, dagli equipaggi, alle squadre, agli addetti ai lavori ed agli appassionati. Verrà costantemente aggiornato, che arrivare “pronti” ad una nuova ed esaltante edizione della gara.

NELLA FOTO ALLEGATA LA PARTENZA DA CHERASCO DELL’EDIZIONE 2020

#Rally #motorsport #rallypassion #RallyAlba2021 #RA #RAplus #WorldRallyCar #CIWRC #Langhe #Alba #Cuneo #Piemonte #Cherasco

UFFICIO STAMPA
Alessandro Bugelli
MGT COMUNICAZIONE

“PATTO FORTE” TRA PAVEL GROUP E PAOLO MORICCI: UN 2021 DI ALTO PROFILO

Definito nella giornata di ieri il programma del pilota di Montecatini che conterà ben dodici rallies nella stagione prossima ad iniziare, individuati soprattutto in Toscana, con un doppio impegno a fine estate in Romania, operando anche il debutto su fondo sterrato.

La vettura sarà la Skoda Fabia R5, ovviamente con al fianco il fedele Paolo Garavaldi, per i colori della Porto Cervo Racing.

Il primo impegno sarà il 13 e 14 febbraio, al Rally del Carnevale.

Serravalle Pistoiese (Pistoia), 14 gennaio 2021 –

Si prospetta un 2021 di grandi manovre e certamente in grado di produrre soddisfazioni, per PAVEL GROUP, che dopo la performance ottenuta all’ACI Rally Monza, ultima prova iridata del 2020, con Paolo Moricci e Paolo Garavaldi sulla Skoda Fabia R5 (Rally2) proprio con l’equipaggio di Montecatini ha siglato un’intesa per una stagione 2021 da grandi firme.

Nel pomeriggio di ieri, nella sede della squadra, è stato infatti raggiunto un accordo per la partecipazione a dodici rallies nella stagione prossima ad avviarsi, da disputarsi con la Skoda Fabia R5, la stessa usa alla gara iridata monzese, per i colori della Porto Cervo Racing. La spina dorsale della stagione di Moricci e Garavaldi sarà in Toscana, con il debutto che avrà luogo a metà febbraio al 37° Rally del Carnevale, un “classico” che torna dopo alcune stagioni di pausa, per poi proseguire con i rallies tricolori del Ciocco ed Elba, poi “Valdinievole”, “Abeti”, Coppa Città di Lucca”, Scorzè, due impegni ad inizio settembre in Romania di cui uno su terra, “Città di Pistoia”, “2Valli” e “Monza”.

Moricci, classe ’77, ha debuttato nei rallies nel 1998, Garavaldi, nato nel 1968, ha fatto il suo ingresso nelle corse su strada come copilota nel 1992 e corrono insieme praticamente dalle prime gare del driver di Montecatini. Nel tempo si sono dimostrati costantemente una delle coppie più redditizie in ogni categoria dove si sono presentati, spesso anche con vittorie assolute.

“La gara di Monza – commenta Moricci – è stata la scintilla che mi ha riacceso il fuoco del correre, del voler stare in macchina che ultimamente, per varie vicissitudini si era un po’ affievolito. Un po’ la gara in se stessa, decisamente un sogno che si è avverato ed un altro po’ l’ambiente che ho trovato con Pavel Group, mi hanno fatto motivare alla grande e così ci siamo accordati per un programma con il quale oltre a cercare di far bene vogliamo dare un contributo di immagine e comunicazione a chi ci supporterà, cercando di far capire che le corse su strada sono un veicolo di promozione importante, da sfruttare. Non vediamo l’ora di iniziare, lo facciamo comunque senza troppi proclami o pronostici, cercheremo di lavorare con impegno per raggiungere il miglior risultato possibile, anche confrontandoci con piloti di valore assoluto”.

#PavelGroup #rally #motorsport #rallypassion #MoricciGaravaldi #PaoloMoricci #PaoloGaravaldi #SkodaFabiaR5 #PortoCervoRacing #NewCar #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #sportscar #horsepower #sportscars #wheel

FOTO MASSIMO BETTIOL

PAVEL GROUP

UFFICIO STAMPA
Alessandro Bugelli

MGT COMUNICAZIONE

Il Rally di Roma Capitale verso gli orizzonti 2021

14.01.2021 – Con l’inizio del nuovo anno, carico di aspettative per una ripartenza e per riscoprire nuovi momenti di libertà, Motorsport Italia sta intensificando il lavoro di pianificazione per il prossimo Rally di Roma Capitale, l’unico evento tricolore valido per il Campionato Europeo Rally FIA ERC e per il Campionato Italiano Rally in programma dal 23 al 25 luglio prossimi.

Lo staff di Max Rendina ha inaugurato la stagione incassando i complimenti da parte della FIA, Federazione Internazionale dell’Automobile, su come il Rally di Roma Capitale abbia saputo gestire nel 2020 un evento di così grande portata rispettando tutte le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria. Un lavoro che si è realizzato a partire da un foglio bianco, dato che l’edizione 2020 dell’evento capitolino è stata il primo rally titolato FIA dopo il lockdown, per questo definito #startoftherestart.

Il protocollo ideato e attuato nel corso dell’edizione scorsa, lo staff dedicato al controllo accessi ed ai punti triage sono diventati, dopo l’evento, un punto di riferimento per le competizioni di tutto il mondo.

Nonostante queste limitazioni, l’attenzione mediatica e la passione hanno circondato il Rally di Roma Capitale di un interesse particolarmente importante, con 150 media accreditati, oltre 8 milioni di spettatori sui canali TV Eurosport, ore di trasmissioni televisive in diretta, migliaia di articoli pubblicati, più di 7 milioni di persone raggiunte ed un ritorno di immagine a sette cifre.

“Guardando l’evolversi della situazione internazionale – ha commentato Max Rendina, – anche l’edizione 2021 molto probabilmente si svolgerà con alcune restrizioni, ma lavoriamo per farci trovare pronti ad ogni condizione, forti anche dell’esperienza dello scorso anno. La nostra concezione di evento rimane quella di sempre: per realizzare al meglio il Rally di Roma Capitale serve il coinvolgimento del pubblico e speriamo che così possa essere. Il grado di attrattività delle competizioni automobilistiche è ancora molto alto, permette di spaziare su tanti temi e di coinvolgere stakeholders che leggono in questo mondo e nei suoi appassionati un’importante opportunità di business”.

Aspetto promozionale e sportivo si uniranno in maniera imprescindibile anche per l’edizione 2021, in programma dal 23 al 25 luglio, con una logistica in parte rivista, nuove prove speciali, un percorso migliorato, iniziative collaterali di coinvolgimento e tanti contenuti che, già sulla carta, lasciano pregustare quello che vuole fortemente essere ricordato come il Rally di Roma Capitale della rinascita.

Older posts

© 2021 RallyRace.it

Theme by Anders NorenUp ↑