Author: marco (page 1 of 839)

CRIPPA E PECIS PORTANO IN ALTO LA GIESSE PROMOTION: SONO 2° AL CASENTINO NAZIONALE!

Su una Skoda Fabia R5 della Roger Tuning i coniugi bergamaschi confermano il risultato del 2018.

Bergamo – Come un anno fa, Gianluca Crippa e la moglie Giada Pecis sono risultati secondi assoluti al Rally del Casentino Nazionale, gara che faceva seguito alla corsa valevole per l’Irc Cup.

A bordo della Skoda Fabia R5 della Roger Tuning, i coniugi di Almenno San Bartolomeo hanno mostrato grinta da vendere calcolando che con la millesei della casa alata erano alla seconda apparizione.

A parte sulla prova Ornina, Crippa e naviga hanno sempre realizzato il secondo miglior tempo e a conseguenza di ciò, hanno potuto solcare ancora una volta il secondo gradino del podio.
0M3A5758

2^ COPPA VILLE LUCCHESI DA GRANDI FIRME: VENERDI’ LA PARTENZA DELLA KERMESSE DEDICATA ALLE “STORICHE”

Nell’elenco iscritti, spiccano le adesioni di Alberto Salvini, Gabriele Noberasco, Gian Marco Marcori, Luca Ambrosoli e Mauro Lenci, atteso sulle strade “di casa” per un piazzamento di vertice. Tra le 46 presenze espresse dal triplo format Rally Storico TRZ, Campionato Italiano Regolarità a Media e All Stars, lo svizzero Christian Bonnet ed il monegasco Mauro Sipsz, testimoni di un confronto dalle linee internazionali.

Lucca, 11 luglio 2019

E’ un elenco iscritti di grande contenuto qualitativo, quello espresso alla vigilia della partenza della 2^ Coppa Ville Lucchesi, kermesse promossa da Automobile Club Lucca che – da venerdì – punterà i riflettori sulle auto storiche e sulle caratteristiche paesaggistiche della Piana Lucchese.

Un triplo format – Rally Storico valido per il Trofeo Rally di Zona, Campionato Italiano Velocità a Media ed All Stars – che richiamerà sulle prove speciali “Gragnano”, “Pizzorne” ed “Aquilea” quarantasette equipaggi, assecondando, in termini di agonismo e spettacolarità, le aspettative legate all’evento.

I MOTIVI SPORTIVI

Molti, gli esponenti del panorama storico nazionale che hanno confermato la loro presenza sul palco partenza di Altopascio, garantendo alla kermesse incertezza in termini di risultato finale. Tra gli accreditati a recitare un ruolo di primo piano, Alberto Salvini sarà chiamato a riscattare l’amaro ritiro subito nell’edizione inaugurale, quando si trovava al comando del confronto. Alla Porsche 911 RSR del pilota senese, primattrice a livello nazionale di 2° Raggruppamento, cercherà di contrapporsi Gian Marco Marcori, facendo leva sulle potenzialità della Porsche 911 SC di 3° Raggruppamento che, nella passata edizione, ha garantito al driver pisano il secondo miglior riscontro assoluto. A mantenere alto il livello agonistico saranno anche la Porsche 911 SC di 3° Raggruppamento portata in gara da Luca Ambrosoli e la Porsche Carrera RS di Paolo Mantovani, vettura di 2° Raggruppamento.

Esemplari di grande richiamo nel 4° Raggruppamento, con la BMW M3 di Gabriele Noberasco parte integrante di un confronto che renderà protagoniste anche la Peugeot 205 di Mauro Lenci, chiamato a recitare un ruolo di livello assoluto sulle strade “di casa”, la BMW M3 di Giovanni Mori e la Lancia Rally 037 del monegasco Mauro Sipsz, vettura entrata di diritto nel patrimonio motoristico nazionale più blasonato. In ottica TRZ, Trofeo Rally di Zona, occhi puntati sulla sfida che abbraccerà gli esponenti del parorama rallistico regionale, con la Ford Sierra RS Cosworth di Pier Giorgio Barsanti a contrapporsi all’esemplare portato in gara dal modenese Lorenzo Gilli, atteso sulle strade della Coppa Ville Lucchesi per dare continuità ad un avvio di stagione rivelatosi redditizio sulle speciali toscane. Ford Sierra Cosworth anche per Riccardo Bianco, in un contesto agonistico che renderà partecipe il campione in carica del Premio Rally Automobile Club Lucca Storico 2018 Cristiano Matteucci, al via sul sedile della Fiat Ritmo Abarth. Attesa una prestazione di spessore anche da parte di Luca Bertolozzi, chiamato a confermare il trend riscontrato all’esordio stagionale sulla Renault 5 GT Turbo.

Nel contesto riservato alla Regolarità a Media, disciplina motoristica che ha investito la 2^ Coppa Ville Lucchesi della titolarità tricolore, occhi puntati sugli esponenti del Campionato Italiano. Riflettori puntati sullo svizzero Christian Bonnet, su un’Alfa Romeo Giulietta del 1961, sul leader della serie nazionale Maurizio Vellano, su Audi 80 Quattro, sull’inseguitrice Alexa Giugni, attesa al volante di una Renault Alpine A110 e su Marco Gandino, chiamato al volante della Saab 96 V4 per dare concretezza a quelle prerogative di alta classifica che stanno contraddistinguendo il suo score stagionale. Una “top five” di campionato rappresentata sulle strade della 2^ Coppa Ville Lucchesi anche da Marco Leva, atteso al volante di una Alfa Romeo Giulia GT del 1967. Una cornice, quella garantita dalla Regolarità a Media, che andrà ad impreziosire il contenuto qualitativo delle vetture partecipanti, parti integranti di un evento che ha fatto del territorio e della spettacolarità i propri punti cardine.

La Coppa Ville Lucchesi, dopo settanta chilometri di prove speciali cronometrate, saluterà partecipanti ed appassionati nel centro storico di Montecarlo dove, dalle 18.31, verranno premiati i vincitori di tutti i raggruppamenti.

Al Casentino Sossella cerca il tris

Intascato il primo podio stagionale al Taro, il vicentino conta di tornare a imporsi per la terza volta sulle strade del Casentino. Per rinforzare quel “fil rouge” che lo lega alla bella vallata aretina e per migliorare la sua posizione nell’International Rally Cup – Pirelli

Al futuro non ci vuole pensare. Non troppo e non ora: tornerà a farlo più avanti, quando i numeri gli concederanno qualche chances in più di aggiungere un altro successo nell’International Rally Cup a quelli rastrellati nel 2010, nel 2011 e nel 2012. Per adesso Manuel Sossella preferisce vivere alla giornata: “Adesso, nei miei pensieri corsaioli, c’è posto solo per il Rally del Casentino”, chiarisce. Aggiunge: “Archiviata la trasferta aretina, mi concentrerò sul Bassano”. Di mettersi lì a far di conto, il gentleman-driver vicentino non ne ha nessuna voglia. Per lui, la stagione già iniziata in ritardo per via dei problemi di lavoro che non gli avevano permesso di essere all’Appennino Reggiano, si è fatta ancor più difficile con la decisione d gettare la spugna alla fine della semitappa del sabato. Corroborante per il morale, il secondo posto ottenuto al Taro gli ha in qualche modo permesso di rientrare in gioco, ma il suo ritardo da Alessandro Re e Damiano De Tommaso resta importante. Come quello da Gianluca Tosi, Paolo Porro, Marco Roncoroni e Fofò De Benedetto, i sei meglio messi fra i nove che lo precedono nella classifica dopo i primi tre appuntamenti della serie. Sossella lo sa e non si fa illusioni: “In effetti è chiaro che ho pochissime possibilità di farcela. Ma voglio fare molto bene al Casentino”.

La prova allestita dalla Scuderia Etruria l’ha già vinta due volte. Gli piace e non lo nasconde: “Al Casentino sono legato come a poche altre gare: lo sono talmente che la considero un po’ la mia seconda gara di casa. Del resto, ho alcuni carissimi amici che abitano a poche centinaia di metri della speciale di Talla e il rally mi dà la possibilità di passare qualche giorno con loro”. Già, Talla. La prova davvero speciale che spesso, molto spesso, decide l’esito della sfida toscana. “E’ indubbiamente una prova impegnativa per tutta una serie di fattori… E’ più lunga della media delle speciali italiane e in più è proposta in notturna, alla fine di una lunga giornata: ecco, potessi scegliere, preferirei affrontarla alla luce del sole, non posso farlo e allora anche quest’anno cercherò di adeguarmi”.

INTERNATIONAL RALLY CUP – PIRELLI 2019

LA CLASSIFICA ASSOLUTA PRIMA DEL CASENTINO

Alessandro Re p. 124
Damiano De Tommaso p. 110
Gianluca Tosi p. 93
Paolo Porro p. 85
Marco Roncoroni p. 73
Alfonso Di Benedetto p. 71
Valter Gentiloni p. 54
Marco Belli p. 45
Michele Rovatti p. 45
Manuel Sossella p. 40

Consulente alla comunicazione: Guido Rancati

Ufficio Stampa: Alessandra de Bianchi – +39 338 6042520

Foto: AMICO RALLY: Sossella al Rally del Taro

TOSI-DEL BARBA PRONTI PER IL “CASENTINO”: OBIETTIVO CONSOLIDARE IL PODIO

L’equipaggio della Movisport, con la Skoda Fabia R5 della Gima Autosport, questo fine settimana andrà ad affrontare una delle gare-simbolo della serie IRCup, nella cui classifica provvisoria sono al terzo posto.

In provincia di Arezzo, dunque, l’obiettivo è difendere il podio in vista del rush finale di stagione.

01 luglio 2019

Gianluca Tosi e Alessandro Del Barba, terzi nella classifica provvisoria del Campionato IRCup, questo fine settimana saranno chiamati ad una nuova prova di forza e di generosità. Saranno impegnati al 39° Rally del Casentino, in provincia di Arezzo (Bibbiena), una delle gare simbolo del Campionato, nel quale i portacolori della Movisport, occupano terzo posto in classifica provvisoria con 93 punti.

Il pilota di Carpineti ed il navigatore di Castelnovo Monti sono pronti di nuovo a scendere in campo per difendere la loro posizione nell’attico della classifica, sempre a bordo della loro Skoda Fabia R5 della Gima Autosport. Lo faranno dopo l’esaltante terzo posto ottenuto al Rally Appennino Reggiano, il sesto firmato a Piancavallo ed un confortante quinto al “Taro” sono dunque chiamati ad una prova di forza contro avversari di rango, certamente decisi a metterli di nuovo in scacco. Una prova che sarà anche di “generosità”, con la quale daranno tutto se stessi per riuscire nell’obiettivo.

“Siamo al crocevia più importante del campionato – commenta Tosi – dove in molti avranno da giocarsi la propria stagione, noi compresi. Sarà dunque una gara “calda” sia per la classifica che certamente anche per il caldo che è previsto. Una gara che ci piace e che nel passato ci ha regalato sensazioni forti, stavolta da affrontare con grande acume, con tattica: gli avversari da tenere d’occhio ed anche la condizione fisica, se sarà caldo avrà il suo peso, così come anche sarà importante tenere d’occhio gli pneumatici, con queste macchine devono sempre essere efficienti, assecondarci. In ultimo, ci sarà da arrivare lucidi e concentrati all’ultima prova di Talla, oltre trenta chilometri che affronti con il buio, dopo una giornata dura. Sarà piena di “trabocchetti” per tutti, dovremo avere giudizio”.

Quarto appuntamento dell’International Rally Cup Pirelli, il Rally del Casentino è il penultimo della serie. Confermato il chilometraggio del 2018 con oltre 145 km di tratti cronometrati. Aprirà la spettacolare Special Stage “Bibbiena” al venerdì sera che richiama centinaia di persone sugli spalti naturali del piazzale di via Santa Maria del Sasso, ai piedi del centro Storico dove le vetture si trasferiranno subito dopo per la passerella sul palco di partenza e arrivo. Sabato gli altri nove tratti cronometrati con le prove “Corezzo” (21,00 km), “Caiano” (11,34 km) e “Barbiano” (8,31 km), da ripetere due volte, e le speciali di “Ornina” (4,74 km), “Crocina” (22,88 km) e “Talla” (36,08 km) da percorrere una sola volta con l’ultima prova da percorrere in notturna e quasi sempre decisiva per decretare il vincitore.

INTERNATIONAL RALLY CUP – PIRELLI 2019, LA CLASSIFICA DOPO 3 GARE

1. Alessandro Re p. 124

2. Damiano De Tommaso p. 110

3. Gianluca Tosi p. 93

4. Paolo Porro p. 85

5. Marco Roncoroni p. 73

6. Alfonso Di Benedetto p. 71

FOTO MARIO LEONELLI

#TosiDelBarba #Movisport #GianlucaTosi #Rally #SkodaFabiaR5 #IRCup #Rally #Motorsport

UFFICIO STAMPA
MGTCOMUNICAZIONE

ALESSANDRO BUGELLI

LEONESSA CORSE A PODIO DI R2 AL MARCA CON SARESERA

Buona performance del pilota bresciano che chiude terzo sugli asfalti veneti del CIWRC; all’arrivo anche Tosini-Scalfi.

Brescia – La Leonessa Corse torna dalla trasferta del Rally Marca Trevigiana con un podio di classe R2 ed una prestazione che rilancia entusiasmi tra l’equipaggio Saresera-Fenoli. .

Alla buone prestazioni messe in campo gara, è giunto anche l’inaspettato verdetto dei commissari che hanno squalificato un avversario diretto nella lotta al titolo di R2B e Coppa Michelin.

Così, a bocce ferme, i bresciani Gianluca Saresera e Manuel Fenoli, possono compiacersi di una gara disputata a buoni ritmi spesso vicini a quelli dei primi di categoria a testimonianza del buon percorso intrapreso; ora i due della Vieffecorse vedono un futuro più roseo a bordo della loro Peugeot 208; Alba sarà un punto di snodo fondamentale per la stagione.

All’arrivo di una gara torrida sono giunti anche Guido Tosini e Corrado Scalfi cha hanno pagato dazio per via di una gara a loro nuova e che, per difficoltà e tenuta fisica, ha messo davvero a dura prova gli equipaggi. Anche Tosini, come Saresera, era al via su una Peugeot 208 by Vieffecorse.

Older posts

© 2019 RallyRace.it

Theme by Anders NorenUp ↑